Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


La coscienza del Sé
di Christa Faye Burka

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Mondadoristore.it

    Casa Editrice: L'età dell'acquario - 68 pagine
    Disponibile in formato cartaceo




  • Genere: Spiritualità

    Trama:
    La trasformazione è un processo naturale di crescita verso l'integrazione con il proprio Sé più profondo e questo nostro tempo sembra forzarci al cambiamento, indipendentemente dal nostro livello di consapevolezza, attraverso le sollecitazioni provenienti dalla società ma anche dal mondo Spirituale.

    Recensione:
    "La coscienza del sé", di Christa Faye Burka, è l'edizione italiana di "Pearls of consciousness" pubblicato nel 1987, trent'anni fa, e li dimostra tutti; rientra nel genere Spiritualità e Benessere ed è espressione del movimento conosciuto come New Age che richiama vagamente alle tradizioni umanistiche interpretando l'allora fase storica di passaggio come un'occasione di rinascita personale, il ritrovato equilibrio tra uomo e natura fondendo credenze religiose, aspettative di rigenerazione, spunti di filosofia orientale e pratiche terapeutiche "alternative".
    Non me ne voglia l'Editore, ma ritengo che la traduzione letterale del titolo originale, cioè "Perle di coscienza" sia più consono al testo che, per la brevità e la struttura in capitoletti, risulta di agevole lettura e consultazione quasi fosse una sorta di Bignami (chi non ne ha fatto uso da studente?) dell'ampiezza dell'argomento.
    Per chi, come me, ha vissuto la nascita di questo movimento di liberazione dal corpo per arrivare all'armonia universale, recepisce il testo scritto negli anni '80 come un'arma di distrazione dalla realtà, perché in quegli anni il movimento si era commercializzato, una sorta di conoscenza a buon mercato.
    Ritengo non sia una lettura per tutti, ci sono concetti che possono produrre effetti negativi, ad esempio "io sono Dio" se metabolizzato male può dare l'illusione di onnipotenza, così come il libero arbitrio dell'utilizzo dell'energia vitale che si compensa nel dare e ricevere.
    "La coscienza del sé" può essere la lettura di una sera per una persona dotata di una certa maturità che si vuole avvicinare a quello che può definirsi il processo di trasformazione naturale che ha luogo a livello personale in relazione alla trasformazione globale, consapevole che, al termine del libro, l'unica certezza che avrà sarà quella socratica di non sapere.
    (Luisa Debenedetti)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy