Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Horror

Trama:
Come vecchi amici, le paure e gli incubi dell'infanzia tornano a farci visita anche da grandi: ritrovarli può essere angoscioso e confortante insieme, perché quei brividi dimenticati portano con sé i ricordi, le immagini, gli odori di quando eravamo bambini. Guai a non trattarli con rispetto e considerazione, perché aprono squarci improvvisi su mondi ignoti che quotidianamente inviano preziosi messaggi a chi è disposto a riceverli, aprendosi a una comprensione più ampia dell'universo. In questi undici racconti paradossali, surreali, grotteschi, Lapo Ferrarese scandaglia, in pagine dal ritmo incalzante e coinvolgente, una delle paure più profonde e ancestrali dell'essere umano, quella che dietro la tranquillizzante apparenza delle cose si nasconda una via d'accesso per un altrove misterioso e insondabile che non ammette spiegazioni razionali.

Commento:
Lapo Ferrarese torna con una nuova raccolta di racconti horror, ben 11 storie che provocheranno ansia anche nei lettori più che abituati a questo genere di narrativa.
Ferrarese infatti, nonostante la brevità dei raccolti contenuti in questo libro, riesce comunque a catturare subito l'attenzione ed a stuzzicare i più reconditi timori di ciascuno di noi, fin dalle prime pagine. Che si tratti di oscure presenze, di comportamenti decisamente anomali o di personaggi misteriosi e bizzarri, l'autore riesce sempre a trasmettere brividi su brividi e non è facile decidere quale delle tante vicende sia quella più paurosa.
Propendere per una o per l'altra dipende dalle paure irrazionali che ciascuno ha, da quei timori che ci si porta dietro fin dall'infanzia e che ritroviamo anche nell'ultima storia, Vecchi amici che dà il titolo e chiude anche il libro. Spaventa di più la smania collettiva che colpisce un'intera cittadina in attesa di un bizzarro Babbo Natale oppure un gatto nero che miagola terrorizzato, fissando un punto alle vostre spalle? O ancora, è peggio un'anta dell'armadio che continua ad aprirsi da sola, in piena notte, oppure rendersi conto che i propri sogni e le proprie paure si stanno realizzando?
Difficile a dirsi, quel che è certo è che leggendo questo libro, alla fine di ogni avventura si ha voglia di smettere di leggere per correre a nascondersi sotto le coperte, ma la curiosità è più forte e così si va avanti, leggendo dalla prima all'ultima pagina in una volta sola... e se poi non riuscirete a dormire, una spiegazione di certo ci sarà! Buona lettura.
(M.F.S.)

Dello stesso autore:
Ombre



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy