Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Gialli

Trama:
Sono i giorni del solstizio e, in occasione della festa di mezza estate, una distesa infinita di imbarcazioni bianche affolla il porto dell'isola di Sandhamn. I pontili e le spiagge sono presi d'assalto da gruppi di ragazzi che, secondo la tradizione, si riuniscono nell'arcipelago per celebrare il giorno più lungo dell'anno. Mentre dalle casse montate sulle barche esce musica a tutto volume, nella ressa nessuno sente la richiesta di aiuto di una ragazzina, che finisce per crollare sulla riva, priva di sensi.
Anche Nora Linde si prepara a una serata di festa insieme a Jonas, con cui ha iniziato da poco una relazione che l'ha aiutata a gettarsi alle spalle un matrimonio infelice. Ma l'entusiasmo lascia il posto all'angoscia quando Wilma, la figlia quattordicenne di Jonas, scompare nella tiepida notte estiva. Il mattino successivo, si diffonde la notizia che sulla spiaggia è stato ritrovato il corpo di una giovane vittima di omicidio.
In forza alla vicina centrale di polizia di Nacka, contea di Stoccolma, l'ispettore Thomas Andreasson raggiunge la piccola isola dell'arcipelago per guidare le indagini e fare luce su un caso ingarbugliato in cui, in un mondo di adolescenti smarriti, sempre in cerca di emozioni e di attenzione, le colpe dei padri si intrecciano a quelle dei figli. Una storia in cui ognuna delle persone coinvolte ha la propria verità da difendere.

Recensione:
Terzo libro di Viveca Sten, L'estate senza ritorno è un giallo intenso ed avvolgente.
Le straordinarie atmosfere svedesi si tingono dei caldi colori dell'estate, delle risate nelle serate di festa, di gioia di vivere e voglia di divertimento.
Tutto molto bello, troppo, per durare.
Il ritrovamento del cadavere di un adolescente fa calare il sipario sull'allegria nella maniera più tragica ed improvvisa.
L'autrice scandinava sceglie per questo nuovo romanzo di portarci nel mondo dei ragazzi tra i 14 e i 18 anni, spalancandoci le porte di quegli inferni segreti fatti di solitudine, mancanza di attenzioni, alcool e droga. Genitori troppo impegnati a vivere le proprie vite per accorgersi di avere degli sconosciuti in casa. Quei non più bambini, non ancora adulti, dei loro figli adolescenti. Li si pensa impegnati nello studio e nello sport, a correre dietro ai primi amori e magari coinvolti in qualche innocua trasgressione. Facile chiudere gli occhi, crederli perfetti e coscienziosi per non fare i conti con la realtà: ragazzi sballati e strafatti e ragazzine che per stare con il lui prescelto vanno troppo oltre.
Segreti grandi e piccoli, tutti possono essere colpevoli e tutti possono essere innocenti.
Personaggi intensi, creati con profondità tale da renderli reali, con dubbi e problemi così ben descritti da assumere la tridimensionalità della verità, arricchiscono una trama che spiazza, fa cambiare idea ad ogni capitolo, per giungere ad un finale inaspettato e insospettabile.
Una lettura scorrevole accompagnata da un ritmo sempre vivace, fanno di questo romanzo un'ottima opera di svago e di denuncia, perché se è vero che la Sten ci racconta la situazione problematica della Svezia, è altrettanto vero che da noi le cose non vanno meglio. Sempre più giovani, ormai appena alle medie, lasciati troppo spesso da soli entrano nel tunnel delle dipendenze e il lavoro non può più essere l'alibi dei genitori per lavarsi la coscienza da certe situazioni. E nel libro a cosa può portare il rimorso? Il senso di colpa lacerante a quali estreme conseguenze può far arrivare chi ha visto il mondo crollargli intorno?
Incalzante, appassionante, questo giallo, che somiglia ad una tragedia greca moderna e fin troppo reale, colorerà le notti di questa estate ancora da iniziare.
(Tatiana Vanini)

Della stessa autrice:
Questa notte morirai



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy