Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Tavor&Vodka
di Sebastiano Lazzeri

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Mondadoristore.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Astro Edizioni - 140 pagine
    Disponibile in formato ebook




  • Genere: Noir

    Trama:
    Ciminiera è un sicario. Ha solo trent'anni, eppure è convinto che la propria vita sia finita. Non è una persona qualunque, Ciminiera, nonostante quello che pensi di se stesso: è un mago, è un depresso, è un drogato, è sboccato, è innamorato, è al servizio di una élite mafiosa che governa un'Italia sull'orlo del collasso. Trascorre le giornate a ubriacarsi e a deprimersi nel bar Hokinawa, una bettola piena di camorristi e prostitute. Ogni tanto incontra la Morte, sotto le spoglie di una rossa super sexy. Ma la depressione di Ciminiera affonda le radici nel passato: insegue l'amore adolescenziale, la bellissima, cinica, crudele Paola. Ciminiera viene assoldato per fare fuori il Comico (un politico che sta combattendo contro la corruzione parlamentare) ma, nel frattempo, anche la bellissima Morte ha qualcosa da chiedergli: recuperare un oggetto di cui lui ignora la funzione e il significato.
    Tavor&Vodka è un delirio di citazioni e rimandi letterari (da Bukowski agli zombie-movie), un susseguirsi di personaggi surreali, ma anche di caricature della politica italiana.

    Recensione:
    Tavor & Vodka è un romanzo pulp, cioè un libro dove la violenza è l'assoluta protagonista, raccontato con un linguaggio duro, tra crimini e sesso. Un misto di noir hard boiled e horror.
    Non è un libro per signorine o amanti dei buoni sentimenti. Lazzeri ci trasporta nel mondo oscuro dietro le quinte della politica, dei sorrisi e le strette di mano. Dietro le maschere ci sono avvocati senza scrupoli con al soldo killer per eliminare personaggi scomodi e poliziotti corrotti per nascondere prove, insabbiare casi o trovare capri espiatori.
    Un pozzo nero di violenza visto dal fondo, dagli occhi del protagonista. Non il detective maledetto ma giusto, ma il sicario prezzolato, il braccio armato tormentato dall'alcool, dagli psicofarmaci e dal tarlo della follia. E' di questo personaggio che conosciamo la maggior parte delle cose. Nome e soprannome, la donna che ama e che lo ossessiona, i suoi trascorsi negli ospedali psichiatrici, le sue allucinazioni, la sua propensione alla violenza.
    Le altre figure che lo accompagnano vengono descritte con una caratteristica principale e identificate tramite soprannomi: l'avvocato, il campione. Una scelta narrativa che lascia alla fantasia del lettore la libertà di costruire questi personaggi come meglio crede. Ambientato nella nostra Italia zoppicante e piena di problemi, vi ritroviamo persone dei nostri giorni, citate senza nomi, ma comunque facilmente identificabili.
    Una trama complessa, tra il lavoro del protagonista e la sua vita privata, decisamente preponderante, raccontata con una scrittura fluida, ma diretta, cruda, senza censure che va a comporre un romanzo criminale unito ad uno più horror dove si parla con i morti e si contratta con la Morte in persona, in un misto di incubo, allucinazioni folli e realtà.
    Lascia perplessi l'intervento del fantasy nella trama, che nel finale diventa protagonista con l'uso della magia. Una scelta discutibile, in quanto si passa dall'hard boiled duro all'apocalittico, senza farci mancare gli ormai inflazionati zombie. Una scelta evitabile.
    Tavor & Vodka appartiene a quei romanzi non per tutti, dove la particolarità della narrazione deve piacere: o lo ami o lo odi senza mezze misure.
    (Tatiana Vanini)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy