Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Romance

Trama:
"Se ti guardo da lontano" Ŕ un romanzo d'amore, di speranza e di rinascita. Tre giovani scienziati, Myra, Stephan e Maximo, sono impegnati in un progetto ambizioso: salvare un pianeta alieno, Siniy, dall'imminente distruzione dovuta al degrado ambientale causato dalla condotta irresponsabile dei suoi abitanti, chiamati Rangi. Per raggiungere il loro obiettivo, i tre devono mettere a punto un sistema di controllo della mente degli alieni per indurli ad attuare tutte le misure necessarie e improrogabili per salvare il loro pianeta. A tal fine, vengono individuati tre giovani abitanti di Siniy: Daria, Marco e Giacomo, che saranno l'ignaro oggetto di studio di questo progetto, diventando i protagonisti, con le loro famiglie, di vicende che si alternano e si intrecciano fra loro, portando alla luce legami del passato ancora vivi. Guardandoli da lontano, Myra, Stephan e Maximo finiranno per appassionarsi alla vita degli alieni e faranno tutto il possibile per aiutarli. Riusciranno i tre giovani scienziati a salvare il Pianeta Siniy dall'incombente catastrofe?

Recensione:
Un romanzo dolce e intrigante: "Se ti guardo da lontano" mescola fantascienza e amore per una trama suggestiva.
Sara Caliari ha una scrittura morbida, avvolgente, che fa sentire subito a suo agio il lettore. Si prende il giusto tempo per introdurre i personaggi e la doppia ambientazione planetaria, facendo crescere la curiositÓ e apprezzare la particolaritÓ del punto di vista.
Le figure dell'opera sono ragazzi giovani, sia quelli del pianeta Siniy col ruolo di "controllati" e "studiati", che gli altri del pianeta Hawsrem, nel ruolo di chi osserva, studia e a volte interviene. E' interessante scoprire come, in entrambi i pianeti sia possibile trovare la nostra Terra. Questa sensazione Ŕ pi¨ forte nelle scene dedicate a Siniy, dove leggiamo casa nostra e anche contemporaneitÓ, mentre Hawsrem risulta come una trasposizione futuristica della nostra specie, o magari di un'altra, nata dopo la nostra autodistruzione.
L'autrice poi mette anche dei personaggi adulti, che siano i genitori dei ragazzi Siniy o i professori di quelli Hawsrem, per approfondire le tematiche dello scambio generazionale, offrire uno sguardo sul passato e su quelle relazioni sotterranee che mostrano connessioni speciali.
La trama Ŕ ricca di amicizia e amore, immersa in un teatro di consapevolezza comportamentale ed ecologica.
E' suggestivo seguire le vicende su un pianeta, saltare poi sull'altro e vedere non solo come gli osservatori intervengono, ma anche come, il rapporto a distanza, che non preclude una sempre pi¨ forte vicinanza empatica, abbia ripercussioni anche sugli studiosi. Comprendiamo velocemente la giustezza del titolo, perfetto a rappresentare l'intera storia.
L'autrice riesce a fondere ogni aspetto della storia in un'opera corale. Il lettore non si perde nei cambi planetari e nemmeno quando l'azione diventa ricordo volto al passato. La narrazione prosegue fluida, armonica e sempre pi¨ coinvolgente.
Vero Ŕ che la fantascienza rimane in sottofondo, un accompagnamento, lasciando in risalto i rapporti umani, veri protagonisti del romanzo.
"Se ti guardo da lontano" Ŕ un romance YA, con un messaggio formativo.
PiacerÓ sicuramente ai giovani, ma contiene aspetti intriganti anche per un pubblico pi¨ adulto.
Un romanzo d'esordio davvero piacevole.
(Tatiana Vanini)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro consigliato

Il libro consigliato

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy