Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Thriller

Trama:
Mentre Torino è sconvolta da orribili delitti insoluti, il caporal maggiore Fausto Bottero, reduce dalla missione italiana in Afghanistan, torna a casa dopo essere sopravvissuto a un attentato suicida e ritrova sua moglie Natascia e il figlio Giulio, di otto anni. Una nuova vita gli si apre davanti. Ma un pomeriggio d'estate sua moglie e suo figlio vengono falciati da un pirata della strada. L'uomo alla guida è un professore universitario e sfugge alla condanna grazie a una serie di escamotage legali. Fausto conosce un nuovo inferno, che lo proietterà in un vortice autodistruttivo dal quale emergerà solo quando Valentina, ex collega di Natascia, si presenterà da lui con una registrazione: la prova che la morte di Natascia e di Giulio è stata un delitto premeditato e perpetrato con fredda determinazione. Fausto e Valentina si lanciano in un'indagine che li obbligherà ad addentrarsi in un mondo oscuro di orrore e di perversione, in una Torino sconvolta da mostruosi delitti seriali.

Recensione:
Torino, città del diavolo, con Marinoni si veste di un male diverso, ancora più terribile di quello satanico, perché dovuto all'uomo, alla sua follia, condivisa e perpetrata contro altri esseri umani. "Follia a due" è un thriller oscuro, trascinante, che fa scorrere brividi sulla pelle e orrore nelle vene.
La scrittura di Marinoni è un flusso perfetto a creare un bilanciamento tra atmosfera, descrizioni e profondità di personaggi: sempre chiara, sia nelle parti prettamente tecniche che in quelle narrative, è un piacere che conquista. Torino diventa un labirinto dove la nebbia nasconde pericoli, il sole non riesce ad illuminare la morte che avanza e i luoghi di pace e tranquillità, come le colline e i lungo fiume, sono nuovi cimiteri di ritrovamenti spaventosi. Il romanzo si apre con una carrellata di eventi che offrono istantanee impattanti e slegate. Sarà il prosieguo della trama a legarle tra loro, con raffinatezza e suspense.
I personaggi sono ben creati, bilanciati e realistici. Diversi, con elementi unici, si offrono al lettore col loro bagaglio di esperienze e caratteri. Il protagonista, Fausto, è il più esaustivo, quello con il quale il lettore entra profondamente in comunione, scoprendo attraverso i suoi ricordi e le sue azioni cosa significa essere in guerra, in quelle missioni di pace che conducono alla morte o a danni gravissimi, a ferite rimarginate solo sul corpo, sempre pulsanti nell'anima. Oltre alle battaglie c'è il lutto per la perdita totalizzante della famiglia, il dover addentrarsi tra gli oggetti di chi si è amato per capire, una sorta di violenza al pudore, alla privacy, alla quale si deve sottoporre per permettere alla verità di filtrare.
Complesso, ma presentato al lettore con una logica chirurgica, "Follia a due" è un susseguirsi di sorprese, in una discesa verso il peggio. L'autore unisce tanti elementi che fanno parte del sottobosco della società, come il dark web, dove nell'anonimato e nelle mille protezioni degli informatici, il male suppura libero, manifesto, sfrontato. La morte si vede, si sente e si vende, senza fermarsi di fronte all'età, alla pietà che dovrebbe far parte dell'uomo. Non esiste un nome atto a descrivere chi compie certe azioni, la sua cancellazione totale è l'unica cosa possibile. Scene che sarebbe consolante confinare nella fantasia di chi scrive, purtroppo non si può, perché esistono e magari sono anche peggio. Oltre al lato buio della rete, Marinoni si addentra nel passato vergognoso della psichiatria infantile, termine pulito e importante che, negli anni '70, nascondeva pratiche abominevoli, di vere torture e sevizie ai danni di bambini. Verità documentate che si uniscono, indissolubili, alla creatività dell'autore, per dare vita ad un impianto letterario credibile, che diviene una storia impossibile da abbandonare.
Nel romanzo troviamo un'indagine portata avanti sul piano personale e assolutamente non ufficiale, ed un'altra che segue tutti i crismi della legge. Una doppia visione che permette di riflettere sui limiti di entrambe, su una giustizia che si può chiamare vendetta e di una legge che a volte si piega non alla verità, ma ai desideri degli incaricati, verso una linea di minore resistenza atta a favorire la carriera, a dare un colpevole accettabile, piuttosto del colpevole reale. Aspetti diversi che fanno riflettere, che aumentano la curiosità e la volontà di andare avanti nella lettura, per vedere cosa accadrà, chi trionferà, quale verità verrà a galla e quanti dei personaggi saranno coinvolti e a quale titolo.
Un ritmo che mai scema, anzi si innalza sempre più, facendoci temere per l'incolumità delle figure alle quali ci siamo affezionati, per un finale che è azione e tensione pura.
"Follia a due" è un thriller duro e bellissimo, avvincente lettura d'evasione che offre spunti che, ne sono certa, alcuni lettori non mancheranno di appuntarsi per approfondirli in seguito.
Torino non è mai stata così spietata; la necessità di giustizia non è mai stata così urgente; la follia non è mai stata così condivisa.
Le cose belle come l'amore e la poesia, ci vengono presentate nel loro lato deviato, distruttivo. L'uomo è capace di sporcare ogni cosa, persino se stesso, eppure è anche capace di rinascere dal dolore, risvegliandosi dal letargo di un inverno doloroso che ottunde i sensi, in una primavera di speranza e rinascita.
"Follia a due" è un thriller avvincente e profondo, un viaggio negli abissi del male dal quale si esce a respirare un'aria più pulita.
Consigliato.
(Tatiana Vanini)

Citazioni da questo libro:
Follia a due. Psicosi condivisa. Non entri in guerra da solo, bisogna essere in due a credere che la guerra sia necessaria, perché questa scoppi.

Gli uomini che hanno maggior desiderio di battersi si mettono sempre nelle condizioni più vantaggiose per battersi.

In guerra aveva imparato che il male non era un errore, semplicemente faceva parte della natura umana.

Due persone che condividono un'idea delirante possono spingersi a fare cosa inaudite.

Le intenzioni definiscono la natura delle azioni.



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro consigliato

Il libro consigliato

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy