Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Narrativa

Trama:
Quando una giornata di svago diventa un incubo, quando i ricordi ti perseguitano o le passioni ti travolgono, quando le paure ritornano c'Ŕ una sola cosa che puoi fare: vivere non c'Ŕ niente di meglio di una giornata di mare, goduta tra amici surfando onde altissime e veloci. L'occasione giusta per sfoggiare l'auto nuova, per far ingelosire qualcuno o per festeggiare una promozione col proprio compagno, godersi una passeggiata sul lungomare. Ma non sempre tutto Ŕ come sembra. Se lo Ŕ, potrebbe cambiare in un attimo. Per Fabio, fiero del nuovo bolide ma da sempre frustrato in un ruolo di comprimario, e per Lorenzo, surfista scanzonato. Per Pietro, preso a schiaffi dal destino nonostante una continua e rabbiosa lotta o per Elena, bellissima e sicura di sÚ. Ma qui il vero protagonista Ŕ il Fato, e il suo ruolo Ŕ quello di orchestrare tempi, eventi, incrociare traiettorie in coincidenze. Talvolta per colpire, aggredire. In altre occasioni per salvare, ricongiungere.

Recensione:
Incalzante, trascinante, questo romanzo breve Ŕ narrativa potente.
"Il caso vuole" prende per mano il lettore e lo trasporta in una giornata come tante, con una scrittura che prima scorre e poi, pian piano, prende ritmo e inizia a correre, mentre la trama si gonfia, fino ad esplodere.
Improntato sulle azioni e sui pensieri di quattro personaggi, questo scritto scava con luciditÓ e passione nell'intimo dei protagonisti. Sono persone diverse, anche distanti tra loro per modo di vivere e concezione della realtÓ. Li conosciamo uno ad uno, in modo apparentemente slegato. Sono treni che percorrono binari propri, ma che il caso sta per riunire in maniera incredibile quanto ineluttabile: sono predestinati.
Ne "Il caso vuole" si viene travolti da molti sentimenti e una girandola di sensazioni. Si comincia il viaggio con curiositÓ, mentre l'autore inserisce nella narrazione lineare, momenti si stop rivolti a ricordi del passato. Sorprese ed imprevisti grandi e piccoli, alimentano vicende che scavano sempre pi¨ in profonditÓ facendo provare, chiara al lettore, la connessione empatica con le figure che stanno raccontando.
Pietro, Lorenzo, Fabio ed Elena, questi i nomi di coloro che appaiono come reali, persone profonde, a loro modo tormentate e segnate dalla vita. In una giornata vengono abbracciati o schiaffeggiati da esperienze che si fanno sempre pi¨ caratterizzanti.
Colpisce come Riccardo Zambon riesca a donare a ciascuno di loro personalitÓ, pensieri e soprattutto interpretazioni e decisioni uniche. In ogni personaggio le motivazioni appaiono credibili, perfettamente coerenti e dimostrano in maniera inequivocabile come, uno stesso gesto, possa venire interpretato, letto, magari frainteso.
Menti offuscate dalla rabbia che ritrovano luciditÓ, corpi stanchi che improvvisamente reagiscono vigorosi, sensi preda della follia e sordi a ogni ragionamento, membra tese nello sforzo di salvarsi che giacciono prive di forza. In quest'opera c'Ŕ diversitÓ, una ricca messe di fatti e reazioni, che regalano una lettura dinamica, intrisa di ritmo, realmente avvincente con una suspense insospettabile, capace di salire a vette inesplorate.
"Il caso vuole" Ŕ una lettura che prende e colpisce, suscitando emozioni forti.
Il caso Ŕ capace di mettere lo zampino nello nostre vite, questo scritto lo sottolinea e lo rivela: il caso unisce, divide e all'improvviso ci chiama ad un appuntamento inevitabile.
Sollevando temi diversi che invitano a riflettere, presentandoli in maniera impattante, questo libro Ŕ una vera scoperta, una lettura che consiglio per la sua capacitÓ di scavare e sorprendere.
Il caso esiste, l'intensitÓ di questo libro, invece, non Ŕ affatto simile ad un caso.
(Tatiana Vanini)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro consigliato

Il libro consigliato

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy