Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Noir

Trama:
Malapolitica, mafia, traffico di droga e massoneria. Un verminaio dentro cui convivono interessi, vizi privati, segreti tenuti nascosti da decenni. Questo l'universo marcio e corrotto fino al midollo che Lorenzo Brandi, vicequestore della Polizia di Stato, scopre a Siena, la città del Palio, del Panforte e del Monte dei Paschi, ora scenario del duplice ed efferato omicidio di un famoso e ricco banchiere e di sua moglie. Trasferito da Catania in Toscana con la speranza di dimenticare i turbolenti anni trascorsi in Sicilia a combattere mafia e poteri forti, Brandi, poliziotto affascinante ma spigoloso e scomodo, si ritrova a gestire una indagine difficile e complicata a causa dell'identità delle vittime, tra i personaggi più in vista della città, e a scontrarsi con l'ottusa omertà di chi sa ma non parla per paura o per convenienza. Con il trascorrere del tempo, l'indagine si trasforma in un gioco di specchi che coinvolge sempre più Brandi andando a toccare il suo passato e a incidere sul suo turbolento presente.

Recensione:
Siena, la città famosa nel mondo per il suo palio. Siena, la città dove è stato trasferito Lorenzo Brandi, poliziotto capace ed affascinante. Siena, dove non succede mai nulla e la vita si trascina tra un furto ed uno scippo, nella monotonia della tranquillità.
Un quadro sonnolento che Mario Falcone stravolge e capovolge. Un omicidio che tocca le alte sfere della città e tutto cambia, muta, mostrando al lettore una Siena inedita, oscura, turpe, viziosa e pericolosa.
La scrittura dell'autore è avvincente, capace di costruire una trama ricca con un'indagine che, ad ogni passo, si ingarbuglia sempre più portando alla luce fatti e misfatti di una società sempre più corrotta, dove i soldi sono il motore che tutto muove e il ricatto è un mezzo come un altro per ottenere il potere.
Gente perbene solo di facciata che cela traffici illeciti e appetiti sessuali inconfessabili, tra corruzione e avidità.
Un vero noir portato avanti con incisività e un ritmo cinematografico, dove non mancano sorprese, ma anche con una particolare attenzione nella costruzione dei personaggi, principalmente del protagonista Brandi, il responsabile dell'indagine. E' un uomo tormentato, complicato. Preciso e puntuale sul lavoro, disordinato nella sfera privata. Un uomo buono, retto, cresciuto da genitori attenti con valori e principi nei quali crede, anche se sembra avere perso un po' la bussola nella tempesta della vita. L'autore non lo mostra solo come poliziotto, ma offre al lettore uno sguardo privilegiato sulla sua sfera intima, permettendo di conoscerlo, nel suo passato, nei suoi pensieri, con pregi e difetti, così che sia possibile comprenderlo, stabilendo con lui un contatto empatico che rende più forte ed intensa l'immersione nel climax del romanzo.
Il ritmo è incalzante, quando sembra che la storia abbia preso un indirizzo preciso, che ormai la svolta sia vicina e con essa la soluzione del caso, ecco che qualcosa arriva e scombina i piani e sparpaglia le carte in gioco. L'interesse, in questo modo, rimane alto, ed è un piacere continuare a sfogliare le pagine che ci parlano in modo schietto, diretto, non disdegnando scene forti che restano sempre e comunque nei limiti della correttezza, senza mai divenire fastidiose.
"Nero di Siena" è un noir come pochi, che ci parla di crimini e di famiglia, di legami nati negli affari e di legami profondi, inscindibili come il sangue che scorre nelle vene. Con questo romanzo va in scena la vita e la morte, con le complicazioni che il destino ci mette sulla strada.
Consigliato a tutti gli amanti del genere.
(Tatiana Vanini)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy