Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Narrativa

Trama:
Congratulazioni! Come Ginevra hai scelto di vivere il presente perché il passato a volte pesa ed il futuro, con le sue incognite, a volte intimorisce. Ginevra, ormai sessantenne, vuole riprendere in mano la sua vita dopo la morte del marito, cosi compie un viaggio negli Stati Uniti dove vive la figlia Virginia, che ci si è trasferita per lavoro. Ginevra, che è un'oceanografa di fama mondiale depressa dagli effetti del cambiamento climatico, a Washington DC, decide di acquistare una casa da ristrutturare per realizzare il sogno di renderla totalmente ecosostenibile. L'impresa parte con la complicità di eventi favorevoli e personaggi in cui via via Ginevra suscita una grande simpatia tanto da aggregarsi per darle aiuto per far nascere la casa ecosostenibile. Tutti insieme daranno vita al sogno e diventano una specie di grande famiglia allargata. Purtroppo, alcuni eventi drammatici cambiano il corso degli eventi e mettono a dura prova la solidità dei rapporti interpersonali e l'ottimismo della stessa Ginevra. Un libro che parla di amore e di amicizia, ma soprattutto di rinascita interna a qualsiasi età attraverso la collaborazione non solo tra individui ma anche tra l'uomo e la natura.

Recensione:
Il vero protagonista di questo romanzo è l'oceano, una distesa d'acqua salata ed immensa, pervaso da una energia senza fine che lo porta ad animarsi onda dopo onda, attimo per attimo, in un moto perpetuo che è indice di un continuo cambiamento. Un'energia che può essere dolce ed armoniosa nel lambire le sponde oppure prorompente e devastante al punto tale da sovvertire tutto ciò che è. Ginevra, il personaggio principale di questa narrazione, ama l'oceano e come tutti coloro che amano profondamente assorbe in sé una parte dell'energia del proprio oggetto d'amore. Questo fa di lei un personaggio titanico ed imponente, descritto in modo sapiente dall'autore. Devo confessare che quest'ultimo ha pennellato il tratto umano in modo così vivido ed autentico da rammentarmi in tutto e per tutto una figura totalmente sovrapponibile a quella di Ginevra che ha fatto parte della mia vita reale.
La trama è realistica, ben costruita e sviluppata, avvincente ed interessante. Una storia di vita straordinaria ed al tempo stesso riconducibile all'ambito dei possibili sviluppi di un umano percorso terreno. Un racconto che rimanda allo stretto legame intercorrente tra l'autostima e la fiducia in se stessi e la possibilità di realizzare i propri sogni, compresi i più improbabili, ma anche alle forze positive e negative che regolano i legami affettivi, alla Fede ed alla connessione del singolo individuo con quell'infinito essere vivente che è l'universo, un gigantesco organismo all'interno del quale tutto è in continuo divenire. Un accento notevole è posto su quest'ultimo particolare, sulla necessità da parte delle creature di saper accogliere persone e situazioni così come si manifestano e di lasciar andare tutto e tutti quando è il momento. Present, "tempo presente" oppure "dono", sono le due possibili interpretazioni del titolo di quest'opera letteraria: entrambe implicano la necessità di accettare qualcosa o qualcuno senza remore, senza rimanere inesorabilmente agganciati al passato ed alla memoria, senza formulare eccessive congetture sul futuro. Present. Qui ed ora, così come è. La ricompensa per chi sa vivere il tempo presente, per chi sa accogliere ogni attimo come un dono è la libertà interiore.
Lo stile è scorrevole, chiaro, esplicito senza mai essere volgare, moderno ed inclusivo di una serie di termini anglosassoni che sono entrati a far parte della lingua parlata nel nostro Paese come neologismi di uso corrente; una scelta attuale, ma che secondo me può comportare problemi di interpretazione da parte dei lettori ancorati alla tradizione dell'Italiano classico.
La lettura procede piuttosto speditamente e la ben organizzata frammentazione capitolo per capitolo delle molteplici situazioni che si susseguono negli scenari in cui si svolge il racconto consentono di sospendere il contatto con il manoscritto per riprendere poi agevolmente il percorso narrativo in un momento diverso.
(Angelarosa Weiler)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro consigliato

Il libro consigliato

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy