Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


A cosa servono le ragazze
di David Blixt

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Mondadoristore.it
  • Acquista questo libro su Libraccio.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: La Corte Editore - 558 pagine
    Disponibile in formato cartaceo




  • Genere: Biografie

    Trama:
    "A cosa servono le ragazze" è un romanzo che racconta la vera storia di Nellie Bly, la prima giornalista investigativa al mondo, la donna che ha contribuito a rivoluzionare la condizione sociale femminile. La storia inizia nel 1885, quando Elisabeth Cochrane, una mattina, leggendo il Dispatch, rimane colpita da un articolo che tratta del ruolo delle donne, viste esclusivamente come perfette padrone di casa e madri di famiglia. Elizabeth s'infuria e decide di scrivere a sua volta al giornale. La sua voce è forte, totalmente nuova, polemica: e questo non può che piacere al direttore del giornale che, in maniera del tutto inaspettata, le propone un lavoro come giornalista. Nellie Bly sarà il nome con cui inizierà a firmare i suoi articoli diventando una vera icona del femminismo, che si batte contro l'industria dominata dagli uomini, riportando storie che nessun altro vuole raccontare. Non si accontenta di scrivere, ma con una passione e determinazione dirompenti, si cala nei ruoli più diversi per vivere sulla propria pelle e documentare le situazioni e le condizioni delle donne lavoratrici del suo tempo. Fingendosi pazza, arriverà addirittura a entrare nel manicomio di Blackwell's Island, rimanendoci per dieci lunghi giorni. Spogliata, drogata, picchiata, dovrà sopportare dieci notti di terrore e rivivere i giorni più bui della sua infanzia, per riuscire poi a fuggire e raccontare al mondo la sua storia.

    Recensione:
    "A cosa servono le ragazze" è una biografia affascinante e un romanzo avvincente, tutto unito in una sola opera straordinaria.
    La protagonista ed io narrante è Nellie Bly, al secolo Elisabeth Cochrane, una ragazza dal carattere forte, combattivo e nello stesso tempo sensibile. Forgiata da vicende dell'infanzia difficili da vivere ed elaborare, è diventata la voce delle donne in un mondo di uomini, eroina di tante persone senza voce e senza volto. Armata di una penna efficace quanto la sua lingua era affilata, ha portato l'investigazione e l'esperienza diretta nel giornalismo, diventando la prima vera giornalista donna, apprezzata tanto ed anche di più dei suoi colleghi maschi.
    Blixt possiede una scrittura fortemente evocativa e trascinante. Attore teatrale, è riuscito a portare l'esperienza del palcoscenico nel suo scritto, facendo rivivere con vibrazioni reali e sentite Nellie. Il lettore può solo rimanere soggiogato da questa narrazione potente, ricca di immagini visive emozionanti che comportano un'immersione empatica nelle avventure di questa ragazza discola, disubbidiente e fantastica.
    Nelle numerose pagine del romanzo potremo divertirci con le battute pungenti della protagonista che non riesce e non vuole tenere a freno il suo temperamento. La vedremo lottare per affermare sé stessa come donna libera, in grado di decidere autonomamente della propria vita. Viaggeremo con lei all'estero, sfidando il governo messicano, per poi tornare negli Stati Uniti e, vincendo l'indifferenza dell'editoria di New York, ci fingeremo pazzi per denunciare gli orrori del manicomio statale di Blackwell's Island, sempre in nome della giustizia e di quell'universo femminile bistrattato ed abusato.
    Un carattere indomito, unito ad una forza di volontà ferrea, fanno riflettere sui traguardi raggiunti da questa giovane guerriera della carta stampata.
    Il paragone con la maggioranza delle ragazze di oggi è sconfortante.
    Cosa direbbe Nellie di molte sue coetanee moderne se potesse vederle? Interessate a postare selfie di dubbio gusto su Istagram, inseguendo il trucco perfetto e l'ultimo outfit alla moda, in una battaglia vuota all'ultimo followers. Le donne hanno lottato per essere ascoltate, considerate, valorizzate, ed ora? Non leggono un libro e si vantano di non essere mai entrate in una libreria. Non sanno che il Nilo scorre in Egitto, ma l'importante è venire bene in televisione.
    "A cosa servono le ragazze" è un romanzo con valore letterario, storico ed educativo. Ci mostra la società com'era, ci dà speranza nel cambiamento e ci insegna quali sono le giuste guerre da intraprendere.
    Consigliato a tutti, in particolare ai giovani che si sentono persi senza un social che gli dice come essere e comportarsi.
    (Tatiana Vanini)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy