Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Educati alla violenza. Storie di bullismo e baby gang
di Antonio Murzio

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Mondadoristore.it
  • Acquista questo libro su Libraccio.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Imprimatur - 170 pagine
    Disponibile in formato cartaceo e ebook




  • Genere: Informazione

    Trama:
    Cosa succede alle vittime di bullismo? Quali sono le conseguenze del quotidiano stillicidio di sopraffazioni e angherie di cui vengono fatte oggetto? Per rispondere a queste domande, l'autore ha utilizzato i "ferri del mestiere" a lui più congeniali: quelli del cronista, cercando e intervistando ragazzi e ragazze che hanno vissuto sulla propria pelle il disastro psicologico che il bullismo produce. Non volendosi, però, fermare al racconto fine a se stesso, si è rivolto a una delle massime autorità in materia, la psicologa Maura Manca, presidente dell'Osservatorio nazionale adolescenza, per capire i "meccanismi" del fenomeno. Allargando l'interesse alle baby gang e alla criminalità minorile, ha voluto fornire al lettore uno sguardo d'insieme sulla devianza minorile in Italia. E con sorpresa ha scoperto che a essere messo sul banco degli imputati dovrebbe essere proprio quel mondo che quotidianamente frequenta per lavoro, quello dell'informazione.

    Recensione:
    Educati alla violenza è un romanzo scritto con lo stile diretto dell'inchiesta giornalistica, uno stile immediato, chiaro, tipico di chi è giornalista da una vita, proprio come il suo autore Antonio Murzio.
    Dalla prima pagina colpisce dritto al cuore, riportando integralmente una lettera di un ragazzo che dal bullismo ha visto una sola salvezza: la morte. E da quelle parole, da quella sofferenza, il lettore è preso, totalmente coinvolto.
    La parte iniziale è formata dalle testimonianze di coloro che hanno subito o dei genitori che hanno lottato e continuano a farlo. Testimonianze vere di chi chiedeva solo la serenità e in cambio ha trovato violenza ed indifferenza.
    Lasciano scioccati le cattiverie immotivate e la totale mancanza di presa di posizione di chi guardava e taceva, di chi doveva educare e si voltava dall'altra parte, dando quasi la colpa alle vittime, la colpa di essere educati e studiosi, la colpa di essere presi di mira dai bulli divenendo un problema.
    Interessante e illuminante è la parte "Che cos'è il bullismo". Scritto come un'intervista alla dottoressa Manca, ci illustra in modo chiaro e dinamico le modalità di vittima e di bullo, i segnali per riconoscerli entrambi, quei segnali che a volte i genitori non vedono. Una parte importante per capire ed affrontare il problema.
    La parte centrale del libro si focalizza sulle baby gang, fenomeno sempre più attuale che, come si legge nel testo, di baby non ha nulla. Una vera inchiesta che mantenendo un linguaggio chiaro ed efficace, spiega questa realtà portando agli occhi del lettore la mancanza di educazione morale, la solitudine, l'abbandono nel quale vivono questi ragazzi che non si possono definire delinquenti, perché politicamente scorretto. Non lo saranno di nome, ma di fatto sì.
    La parte conclusiva è dedicata alla criminalità minorile. E qui arriviamo alle cifre che riguardano i ragazzi e i delitti che compiono. Numeri che parlano, non me li sarei mai aspettata così. Importante è dove si parla dei minori e delle mafie e il rapporto stretto che c'è, anche qui, tra famiglia e ragazzi allo sbando.
    Leggetelo, leggetelo tutto, capite di cosa si sta parlando, le motivazioni e le implicazioni, perché Murzio ci apre gli occhi e cancella la parola "ragazzate", da quegli atteggiamenti che feriscono, umiliano e, purtroppo, a volte, uccidono. Le famiglie devono tornare ad occuparsi dei figli, i genitori devono fare i genitori, non gli amici e i difensori ad ogni costo, scusando e permettendo tutto. La scuola deve tornare ad educare e ad intervenire.
    Leggete anche la parte riguardante i reati del bullismo. Murzio ci spalanca gli occhi, ora sta a noi tenerli aperti.
    Educati alla violenza è un libro inchiesta che tutti dovrebbero leggere.
    Grazie a chi lo ha scritto. Grazie a chi lo ha voluto.
    (Tatiana Vanini)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy