Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Empatia
di Cristian Giuliani

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Gruppo Albatros Il Filo - 64 pagine
    Disponibile in formato cartaceo e ebook




  • Genere: Poesia

    Trama:
    "Cristian Giuliani con questa intensa raccolta di poesie sembra ricordarci che no, non è così, non tutto è male: è nostro 'compito' un compito bellissimo, imparare a guardare, a vedere oltre, a riscoprire la capacità che è in tutti noi di non abbandonarci all'evidenza ma riscoprire la nostra empatia per il mondo, la capacità di 'saper sentire dentro di sé la vita che ci circonda, sapendo condividere con essa sentimenti ed emozioni, permettendo ad essa di emozionarci'."
    (Dalla prefazione di Pamela Michelis)

    Recensione:
    "Empatia" è un percorso poetico di un giovane autore, Cristian Giuliani.
    Empatia significa sentire dentro ed è una capacità che fa parte dell'esperienza umana ed animale.
    Si tratta di un forte legame interpersonale, di un potente mezzo di cambiamento e significa andare non solo verso l'altro, ma anche portare questi nel proprio mondo.
    Cristian ci riesce, c'è una bella voce di temperamento che scorre attraverso le sue poesie. E' una voce che reclama costantemente conoscenza e pone domande. E' una voce talmente piena di certezze e di incertezze che sono sicura sia una voce vera.
    I suoi componimenti richiedono rispetto per la precisione della loro costruzione, sono poesie che entrano nella nostra sfera emotiva, richiedono e ottengono la nostra solidarietà spirituale, poesie che ci parlano, che esistono in uno spazio minore dello spazio tra due persone in una vera conversazione. Le poesie di Giuliani esistono in questo spazio e da esso ci invitano ad essere parte di qualcosa di essenziale, così da sentire una voce che parla di cose essenziali.
    Confesso che, per non esserne influenzata, sono solita leggere la prefazione dopo aver letto il libro: Giuliani inizia la sua prefazione con una frase tratta da "Amico fragile" di Fabrizio De André (autore che sento molto vicino e che ho sempre amato). Ebbene ad un certo punto mi sono accorta, inconsapevolmente, a leggere Risposte al ritmo di quella ballata. Empatia?
    E proseguendo nella lettura mi sono trovata di fronte un muro di umore e sentimenti, pensieri elevati, cosmici, sognanti, armonici, melodici, guidati e sì, "genius" che trascendono il tempo e lo spazio tipici dei Pink Floyd. In Nobody home c'è l'apertura al mondo del vero io che non è presente a livello cosciente. Il ripetuto accenno alle maschere, poi, ha richiamato alla mia mente Final masquerade dei Linkin Park nei cui versi evocativi del refrain si riconosce uno spirito malinconico, stanco di come sia difficile comunicare ed intessere solide relazioni in un mondo di maschere.
    E ancora quella luce, più o meno abbagliante che è sempre presente.
    Forse amare la stessa musica può avere creato questo feeling, può darsi, io sono però convinta che ci troviamo di fronte ad un vero poeta che scava a fondo nelle sue emozioni e le proietta dando la possibilità al lettore di scoprire le proprie.
    Complimenti Cristian, anche per i gusti musicali, ho avuto la conferma della mia opinione che ascoltare buona musica dà ottimi frutti.
    E' un testo che raccomando vivamente.
    (Luisa Debenedetti)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy