Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Il Gioco
di Andrea Sabbatini

  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Pubblicazione indipendente - 330 pagine
    Disponibile in formato ebook




  • Genere: Fantascienza

    Trama:
    Nel mondo divenuto una landa oscura e primitiva, dove vige la legge del più forte e la morte è una quotidiana e possessiva compagna di viaggio, donne e uomini si trascinano rovistando tra i rifiuti in cerca di qualcosa che consenta loro di sopravvivere un altro giorno. Per tutti l'unica speranza è chiamata "Il Gioco", un folle massacro organizzato dalle venticinque città sospese oltre le nuvole, al quale in centinaia si iscrivono ogni giorno. Perché quando non si possiede nulla, l'unica strada rimasta può apparire seducente mentre il confine tra mostri ed eroi si assottiglia sin quasi a sparire.
    I personaggi del racconto oscillano tra le angosce, le aspirazioni e le insicurezze dell'essere umano, mai davvero vincenti nonostante l'insano desiderio di realizzarsi a qualsiasi costo perché alla fine, come dice Nous: "…strana è la vita, che arriva carica di tante domande e scompare senza risposte."

    Recensione:
    Ambientato in uno scenario post apocalittico, ne "Il gioco" troviamo una terra dove le risorse sono ormai finite, e le poche che restano sono appannaggio di pochi eletti, cittadini che hanno studiato e vivono lassù, sopra le nuvole, in venticinque città sospese nel cielo.
    La maggior parte della popolazione vive sul fetido, spoglio, fangoso terreno, litigandosi i rifiuti lanciati dalle città, in quella che è, non solo di nome, ma anche di fatto, la "Discarica".
    La scrittura di Sabbatini rende molto bene il clima del suo personale mondo, trasmettendo al lettore tutto lo sfacelo, la disperazione, di chi è nato e vive sotto nuvole scure, senza aver mai visto il cielo e senza conoscere il calore e la luce del sole.
    Le parole scorrono intense ed avvolgenti, sviluppando una trama che rientra nella fantascienza, ma dove grande importanza viene data ai personaggi, al loro lato umano, più che ad armi futuristiche e tecnologiche.
    Coloro che andiamo a conoscere leggendo ci appaiono credibili, costruiti e raccontati con profondità, dotati di pensieri e caratteri diversi. Sono personaggi interessanti, che affascinano ed invitano a scoprire le loro sorti.
    Esiste un modo per cambiare la propria vita, per lasciare la discarica ed entrare nelle città: il gioco. Divenire cacciatori ed uccidersi tra tali, fino a scalare i livelli dalla Z alla A, fino a lasciare il fango e volare sopra le nuvole, nell'abbraccio del sole.
    I reietti lottano, mettendo in palio l'unica cosa di valore che possiedono, la propria vita, a favore di una vaga e lontana speranza. I privilegiati si divertono, seguendo le cacce, le uccisioni, scommettendo e liberando la loro esistenza dorata dal tedio.
    Tra scene di scontri, descritte con chiarezza e la giusta tensione, tra sentimenti contrastanti come l'amicizia, la fiducia, il dubbio, la rabbia e la follia, proposti al lettore con abilità narrativa che offre tensione e continue sorprese, la trama si sviluppa con un buon ritmo, regalando inquietudini e sobbalzi.
    Il concetto di fondo è chiaro: cosa siamo disposti a fare per cambiare la nostra condizione? I giuramenti fatti verranno rispettati oppure saranno infranti alla prima occasione utile? A volte essere decisi, ed aver un obiettivo in mente non basta. Può capitare che le azioni compiute per necessità siano troppo terribili per essere accettate e metabolizzate dall'animo. In questi casi per andare avanti tutti cambiano, ma alcuni, nel processo, si spezzano. Zeno, il protagonista principale, insieme ai suoi compagni, scoprirà in questa avventura il significato di cacciatore, di eroe, di cavaliere. Parole che richiamano gesta valorose, ma che nello specchio distopico de "Il gioco" si ammantano di nero e rosso, i colori della morte e del sangue.
    "Il gioco", vi stregherà, vi attirerà a sé con il suo canto come la più crudele delle sirene e una volta che vi avrà in suo potere vi stupirà, fino all'ultima pagina.
    Si dice che la strada dell'inferno sia lastricata di buone intenzioni e che la vita, in fondo, sia solo un gioco crudele... Siete pronti a giocare?
    (Tatiana Vanini)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy