Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Il Secolo Decisivo: Storia futura di un'utopia possibile
di Federico Tabellini

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Pubblicazione indipendente - 139 pagine
    Disponibile in formato cartaceo e ebook




  • Genere: Saggi

    Trama:
    A cavallo del XXII secolo l'umanità vive l'epoca più florida della propria storia. Le molteplici crisi che l'affliggevano a inizio millennio sono un ricordo lontano, economia e ambiente coesistono in equilibrio e il lavoro è divenuto una scelta personale. Ma come si è giunti a un tale risultato? Come furono risolti i gravi problemi del mondo contemporaneo, dal cambio climatico alla crisi occupazionale, dalle profonde diseguaglianze nella distribuzione globale della ricchezza al dilagare di populismi e nazionalismi? Attingendo da una vasta gamma di fonti accademiche e attraverso uno stile divulgativo e accessibile, Tabellini offre la visione di un futuro che affonda saldamente le radici nel presente. Il Secolo Decisivo è più che una semplice storia del nostro secolo: è un itinerario concreto verso un'utopia possibile.

    Recensione:
    "Il secolo decisivo" è un'opera relativamente breve ma densa di contenuti. Nella prima metà propone un'esposizione chiara dei problemi principali del modello consumistico occidentale spiegando come si tratti di questioni sistemiche e quindi non risolvibili se non uscendo da paradigmi che per molti sono acquisiti. Non è la prima volta che incontro questo tipo di tematiche, che peraltro condivido, e devo dire che Federico Tabellini ne fa una summa esaustiva e semplice da comprendere, cosa abbastanza rara per gli autori che si occupano di questi argomenti. Consiglio vivamente questa prima parte del libro a chiunque voglia capire meglio molti avvenimenti politici ed economici di oggi, dalle discussioni sulla crisi, a quelle sui derivati, alla rivolta dei gilet gialli ed anche ai risultati delle nostre ultime elezioni.

    La seconda metà de "Il secolo decisivo" è molto diversa. Non limitandosi a descrivere i mali odierni, Tabellini lancia la sfida di un'utopia possibile, dove il mondo funziona in maniera diversa da quella di oggi, e ne racconta la storia, mettendo in chiaro quali potrebbero essere gli strumenti per arrivarvi. Come sempre proporre le soluzioni è molto più difficile che descrivere i problemi, ed ovviamente la seconda metà del libro si presta maggiormente ad osservazioni critiche rispetto alla prima. Per esempio si potrebbe obiettare che questa utopia richiede un livello di consapevolezza ed integrità morale degli esseri umani che non si è probabilmente mai vista nella storia, ma d'altra parte è anche vero che ci troviamo oggi ad affrontare problemi che prima non si ponevano, come l'impatto sull'ecosistema, la mancanza di spazio vitale aggiuntivo ed una produttività che eccede largamente i bisogni essenziali. L'autore ha il coraggio di proporre una soluzione e questo è sicuramente degno di apprezzamento. Sarà la soluzione giusta? Lo vedremo nei prossimi anni, ma nel frattempo penso che la lettura de "Il secolo decisivo" sia un ottimo modo per smettere di pensare secondo quello che ci è stato inculcato e di cominciare a vedere il mondo da un'altra prospettiva.
    (Renato Marelli)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy