Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Narrativa

Trama:
"Ingranaggi" raccoglie sei racconti, ognuno dei quali prende a pretesto un importante evento storico realmente avvenuto, sul quale vengono imperniate le vicende non di grandi uomini, delle loro grandi decisioni e dei loro grandi ideali, ma quelle degli apparenti comprimari, di quei piccoli uomini capaci, con le loro scelte minute e talvolta casuali, di essere davvero motori della storia. Sono gli "ingranaggi" a cui il titolo fa riferimento, quel meccanismo presente nella realtà ma mai raccontato nei libri di storia o nelle cronache del tempo. Nelle loro storie c'è un gioco divertito e divertente tra verità, verosimiglianza e invenzione, che abbraccia oltre quarant'anni di storia, dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale alla chiusura delle case di tolleranza, attraversando fascismo, nazismo e guerra fredda. "Ingranaggi" è un ingegnoso gioco d'inventiva svolto tra le pagine dei grandi eventi, con un principio chiaro e costante a fare da stella polare: non è sempre vero che soltanto i grandi uomini scrivono la grande storia.

Recensione:
"Ingranaggi" di Davide Stasi è la raccolta di sei racconti in cui storia e invenzione si arricchiscono a vicenda, in un originale amalgama di curiosità, ricerca e fantasia. Racconti avvincenti ed emozionanti, distribuiti in un arco cronologico che va dalla I guerra mondiale al secondo dopoguerra. E' un affresco con tante storie parallele, a volte condotte fino all'attualità, in cui vi sono pennellate di passione, coraggio e speranza, ma anche dolore, violenza, morte.
L'Autore ribalta l'approccio ad alcuni eventi storici: da uno sguardo dall'alto interessato quasi solo ai personaggi più noti/celebri, a uno sguardo interessato ai singoli che possono aver fatto storia dal basso, attraverso casualità, accidenti che, forse, potrebbero aver dato avvio a grandi e sconvolgenti avvenimenti. Siamo stati abituati alla suddivisione tra una "grande Storia" e una "piccola Storia", che ha fatto salire sul palcoscenico storiografico soltanto gli attori e gli eventi principali, marginalizzando, fino alla cancellazione, gli uomini e le donne che la Storia l'hanno fatta e l'hanno pagata, l'hanno vissuta e l'hanno odiata, ne sono stati parte in silenzio o urlando, pregando o bestemmiando, lavorando o rubando, piegandosi o combattendo, restando o migrando, vincendo o perdendo.
Stasi ci racconta, con una prosa semplice e godibilissima, una storia più "umana" i cui protagonisti non agiscono in base a calcoli politici ma secondo sentimenti, reazioni comuni quali la gelosia, la vendetta per un amore deluso, l'affetto per il proprio cane che viene deriso, l'abitudine a recarsi nella solita osteria (chissà se la Claretta del racconto è quella ricordata dalla "grande Storia"?).
Una cosa che accomuna tutti i personaggi è la profonda umanità, quella che porta il dottor Neumann in punto di morte a riconoscere il pesante fardello che la sua scelta gli farà presentare il giorno del giudizio.
Insomma, ci siamo abituati alla Storia come materia di studio consacrata al ricordo di personaggi importanti, di luoghi che hanno partorito eventi, di cronache altisonanti e di cronachisti dimenticati.
E abbiamo scordato chi nella trincea della storia ci ha passato l'esistenza, compiendo piccoli gesti che a volte hanno cambiato in maniera irreversibile il corso degli eventi.
Loro sono i protagonisti dei racconti, tutti noi ci sentiamo come loro, piccoli ingranaggi di una grande, immensa macchina.
"Perché a stare in trincea sono gli uomini normali
Non i capi di stato o i generali,
Perché a stare in trincea sono gli uomini normali
non i vescovi e neanche i cardinali"
Così scriveva Pierangelo Bertoli in "Varsavia".
Complimenti a Davide Stasi perché ci ha regalato una rivisitazione fantastica (chissà?) di alcuni avvenimenti che hanno segnato la storia e anche all'illustratrice che ha colto il momento clou di ogni racconto.
(Luisa Debenedetti)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy