Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Jihad Roma
di Carlo Braccini

  • Acquista questo libro su Amazon.it
  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it

    Casa Editrice: Casini - 218 pagine
    Disponibile in formato cartaceo e ebook




  • Genere: Fantascienza

    Trama:
    In un futuro non troppo lontano si incontrano e scontrano a Roma le vite di diversi personaggi. Angela, giovane donna la cui esistenza verrà sconvolta da una tragedia; padre Leonard, che con Angela ha un legame che il proprio ruolo non consentirebbe; Haamid, fuggito dall'incapacità di compiere una scelta solenne e terribile; infine Amjad, a cui la devozione al proprio credo regala una fermezza impressionante. Sullo sfondo delle nostre più grandi paure e di una città sconvolta dalla guerra civile e religiosa nel nome della Jihad, le vicende di questi e altri personaggi si intrecciano tra loro in un vortice di azioni e reazioni, in un progressivo susseguirsi di colpi di scena in cui non sempre è facile distinguere chi sta dalla parte del bene e chi del male.

    Recensione:
    Azione, emozioni, "Jihad Roma" sorprende ad ogni pagina.
    Ambientato in un futuro prossimo e distopico, ci troviamo in una situazione surreale, inimmaginabile, orribile, ma riflettendo bene non così fantasiosa e distaccata dalla realtà, anzi. Roma come Gerusalemme, barricate, check point e le nere bandiere del califfato, dell'islam più estremo che sventolano dagli edifici della nostra capitale, che rappresenta per il mondo l'Italia e la cristianità.
    Braccini ha una scrittura che scorre fluida, che mette in guardia dai pericoli di ignorare determinati segnali e di intraprendere certe azioni, raccontando una trama avvincente, ricca di personaggi delineati con precisione e con spessore, che ci accompagnano attraverso pagine sempre interessanti e ricche di sorprese, di scoperte, di cambi di ruolo e di bandiere. Un gioco di specchi dove i buoni si mescolano coi cattivi, i cattivi diventano buoni e l'unica certezza è la sofferenza degli innocenti e degli indifesi. Ma chi è innocente in questo mondo impazzito? Solo i bambini. Sono i piccoli che durante una guerra assurda e una tregua tesa e sempre sull'orlo di spezzarsi, soffrono, non importa il colore della pelle, la nazionalità di nascita, la religione. Sono tutti uguali di fronte al dolore e alla follia dell'uomo.
    Un romanzo incalzante, con un ritmo sempre sostenuto, che mostra la pazzia dell'essere a due gambe che popola la terra sotto l'indifferenza del cielo azzurro.
    Preghiere salmodiate e innalzate verso l'alto, usando un dio di misericordia o un dio di vendetta come scusa, per giustificare la violenza fine a se stessa, mossa dall'avidità, dalla voglia di prevaricare, di dominare, di imporre un modo di vita al posto di un altro, perché l'uomo non sembra capace di vivere in pace rispettando e comprendendo il prossimo, lasciando la libertà di vivere la propria vita come meglio si crede. Potere, avidità, odio, queste le parole di una canzone scandita dalla musica delle bombe, delle armi, colorata dal sangue che scorre, sempre rosso a dispetto di ogni fede e credenza.
    "Jihad Roma" regala emozioni e momenti in cui è impossibile non fermarsi e pensare, meditare, cosa è davvero importante, cosa vale davvero.
    Un libro intenso, un libro da leggere.
    (Tatiana Vanini)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy