Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


L'assemblea dei morti
di Tomás Bárbulo

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Mondadoristore.it
  • Acquista questo libro su Libraccio.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Marsilio - 395 pagine
    Disponibile in formato cartaceo e ebook




  • Genere: Thriller

    Trama:
    Il Guapo e i suoi compari sono quattro infami canaglie, un gruppo di derelitti schiacciati dalla crisi economica, con lavori sottopagati e una montagna di debiti. Non c'č da stupirsi che gli brillino gli occhi quando un losco commerciante di gioielli francese, ben introdotto nel jet set internazionale, gli offre l'occasione della vita: una rapina in una banca di Marrakech nei giorni della fiera dell'oreficeria. La posta in gioco č di due milioni di euro e, per averli, basta arrivare in Marocco e strisciare un po' nei condotti delle fogne. Magari ci sarŕ da sudare per un paio d'ore, ma poi č fatta. Per mimetizzarsi tra i turisti, meglio portare con sé - a bordo del pulmino bianco con cui viaggeranno da Madrid a Gibilterra e poi oltre lo Stretto - anche mogli e fidanzate. Il committente ha organizzato una spalla, un misterioso arabo saharawi esperto della zona, che ha il compito di fare da interprete e di guidarli a destinazione. E che forse non č quello che sembra. Presto perň cominciano i guai: una serie di imprevisti mette a rischio quello che doveva essere un lavoro rapido e pulito ma che, chilometro dopo chilometro, tra battute, insulti e continui colpi di scena, rivela ben altri scopi.

    Recensione:
    "L'assemblea dei morti" di Tomás Bárburo č un thriller che ha per protagonisti quattro perdenti, piccoli criminali spagnoli di periferia che vengono ingaggiati per compiere un furto di gioielli custoditi in una banca di Marrakech. Tutto ruota intorno al "colpo" e ai ladri che stanno per commetterlo dietro il compenso di due milioni di euro, una cifra che potrebbe cambiare radicalmente la loro vita. E' un gruppo di ladri molto particolare, dalle prime pagine il lettore entra in empatia con ciascuno di essi per il fatto che, come ho giŕ detto, sono dei perdenti. Il personaggio piů vero č il Chiquitín, tanto grosso di corporatura quanto sempliciotto che prima di partire commette uno scivolone che coinvolgerŕ un po' tutta la banda. Il suo opposto č il Saharawi, la guida, il piů intelligente del gruppo che appare subito intrigante e lascia intuire che nasconda qualcosa. Fanno parte del gruppo anche le compagne di tre di loro, per avvalorare il fatto che il viaggio in Marocco altro non č che un viaggio di piacere.
    La trama č ricca di colpi di scena e situazioni che mantengono alta la tensione. Non c'č solo la rapina ma anche gelosia, omicidi, arresti, imbrogli, richieste politiche, inoltre il romanzo illustra la realtŕ del Marocco e del Sahara con i problemi dei Saharawi come sfondo.
    Il ritmo della narrazione č agile, i capitoli sono piuttosto brevi e abbondano di dialogo. Durante la lettura la tensione aumenta gradualmente.
    In conclusione, questo č uno dei romanzi che possiede tutti gli ingredienti per piacere e lasciare entusiasti della sua lettura.
    La scrittura č semplice, le frasi brevi, la trama coinvolgente dalla prima pagina, i personaggi sono molto particolari e mi azzardo a definire eccentrici, le situazioni si svolgono nell'ambiente ideale e molto adatto ai fatti, azioni e avventure portano ad un finale originale, sorprendente e molto ben congegnato.
    Prima di concludere, aggiungerei un dettaglio: Bárbulo č un grande conoscitore della terra in cui si svolge l'azione, in particolare, una delle tante traduzioni di Jamaa el Fna, la piazza che dall'inizio del tramonto si trasforma in uno spettacolo continuo dominato dalla Moschea Koutoubiail e che il gruppo attraversa per arrivare alla banca, č "l'assemblea dei morti" e si narra che nel passato sotto la piazza ci fossero le carceri con i condannati a morte. Significativo, vero? Consigliato senza ombra di dubbio, si divora.
    (Luisa Debenedetti)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy