Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Horror

Trama:
La famiglia Maleni, che di nobile ha ormai solo il blasone, è tenuta in scacco dall'inquietante matriarca. Muovendosi nell'ombra la contessa decide le sorti di tutti, in particolare della figlia femmina di cui ha combinato, suo malgrado, il matrimonio con un giovane industriale. Villa Maleni è posta al confine con una valle nota a tutti come Mangianime, un luogo pervaso di energia mistica sul quale circolano innumerevoli macabre leggende, capace di far emergere la vera essenza di ognuno. Difficile sfuggire a se stessi se si percorre la valle del Mangianime, lo sa bene Matthias cameriere della villa, protagonista de "La contessa", che ne è fatalmente attratto. Il diario di Matthias ci accompagna nella scoperta di un atroce delitto al quale seguiranno le indagini e lo smascheramento dell'assassino inaspettato, ma "La contessa" è soprattutto il viaggio dentro l'ossessione di un uomo, perché il mondo ti vede per come tu ti vedi.

Recensione:
Un racconto gotico, capace di ammaliare, che ci porta tra le spire del mistero, della follia, della malvagità senza vincoli.
"La contessa" è scritto sotto forma di diario, dove Matthias, il protagonista, racconta di sé e della famiglia presso cui presta servizio.
Questa forma di narrazione, tra resoconto degli eventi, introspezione e confessione, fa sì che chi si accosti al romanzo diventi il testimone di Matthias, l'amico al quale si rivolge, colui che conoscerà tutti i segreti, i pensieri, gli orrori dell'esperienza descritta. Il risultato è una coinvolgente immersione nella trama, dove non viene mai a mancare la curiosità di scoprire, la voglia di capire.
In tutto il romanzo, articolato tra descrizione della famiglia dei datori di lavoro, della vita di Matthias tra passato e presente, dei suoi rapporti con gli altri domestici e con la contessina Aurora, aleggia la presenza oppressiva di Delfina, la Contessa, che dà titolo e motore all'intera opera.
Da un inizio di apparente tranquillità con cenni ad alcune stravaganze, si passa ad una parte centrale dove tutto precipita: una sparizione, un soccorso, un'accusa, una morte. Concatenazioni di eventi che spingono Matthias a trovarsi solo, ad affrontare allucinazioni ed incubi, armato solo del suo diario e della volontà di comprendere, di trovare il colpevole, i colpevoli o forse di scoprirsi criminale lui stesso.
Un ritmo sempre in crescendo porta ad un finale rivelatore coerente con tutto il racconto, perfettamente allineato al genere gotico.
Chi siamo davvero? Cosa nascondiamo al mondo dietro la nostra facciata pubblica? Cosa siamo disposti a fare per ottenere ciò che vogliamo? Queste le domande che "La contessa" innesca, questi i quesiti ai quali il personaggio di Delfina risponde, portandoci faccia a faccia col volto del male.
Dalla doppia immagine di copertina, fronte/retro che rivela senza svelare, dalla scrittura evocativa ed ossessiva, dall'ambientazione misteriosa ed esoterica ai personaggi intriganti ed ambigui, quest'opera si rivela perfetta per gli amanti del gotico, dell'horror e del mistero.
Addentratevi nei segreti de "La contessa" e cercate di non perdervi!
(Tatiana Vanini)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy