Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


La mano divina. Samba e l'arte occidentale
di Mirko Bettozzi

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Mondadoristore.it
  • Acquista questo libro su Libraccio.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Edizioni Efesto - 144 pagine
    Disponibile in formato cartaceo




  • Genere: Arte

    Trama:
    "La mano divina" è il manoscritto che Samba, giovane immigrato senegalese, vuole pubblicare per realizzare il sogno di affermarsi come storico dell'arte. Attraverso i dialoghi del protagonista con i diversi personaggi (in particolare con Angelo, custode della Galleria d'arte moderna di Roma) che incontra nel suo percorso di speranza e riscatto sociale, vengono toccati i temi del pregiudizio, dell'immigrazione, della diversità culturale, religiosa e linguistica. Il tutto calato sulla bellezza, sul rapporto tra arte, uomo e Dio, sul patrimonio e l'espressione artistica e culturale. La speranza del protagonista è quella di scoprire, attraverso il suo manoscritto, gli "artisti che con le loro opere hanno riportato l'arte ad avere la sua funzione originaria, ovvero quella di stupire Dio".

    Recensione:
    Un romanzo di narrativa che ci parla dell'arte inserita nella società odierna. Questo è La mano divina Samba e l'arte occidentale. Mirko Bettozzi tramite i personaggi di Samba, immigrato senegalese che vuole diventare esperto di storia dell'arte, e Angelo, custode allo GNAM di Roma, nonché profondo conoscitore delle opere di numerosi artisti, ci illustra la sua visione dell'arte ai giorni nostri.
    Con una scrittura fluida e chiara viene portato all'attenzione del lettore il vasto patrimonio artistico presente in occidente e nel nostro paese, troppo spesso dato per scontato o addirittura ignorato, specialmente dalle generazioni più giovani.
    L'autore indaga con lucidità il rapporto tra l'artista e la sua opera: inizialmente un modo per avvicinarsi al divino, per stupire Dio, e poi modificatosi nel tempo fino a divenire, con l'avvento dei committenti, dei mercanti e dei compratori, una mercificazione a discapito della qualità e dell'autentico senso del bello.
    Attraverso stralci letti da Samba dal libro che vorrebbe pubblicare e i dialoghi tra lui ed Angelo, entriamo in un mondo di colori e di proporzioni alla portata di tutti grazie ai musei e alle mostre.
    Per non appesantire la lettura, oltre alle belle immagini che accompagnano i capitoli, con un abile espediente narrativo, e introducendo il personaggio di Farouk, l'autore presenta il discorso sull'arte alternandolo alle vicende di quest'altra figura, consentendo così un'escursione sul modo di vivere il diverso, l'immigrato. La diffidenza e le difficoltà incontrate da Farouk nella sua storia con una ragazza italiana sono interessanti quanto il filone principale del romanzo e donano dinamismo alla storia.
    Un romanzo riflessivo, che trasmette la passione dell'autore per l'arte italiana e straniera, classica e contemporanea, breve ma intenso e soprattutto con idee e concetti chiari e ponderati. Una lettura piena di bellezza, raccontata come una favola moderna dove alla fine tutti i personaggi trovano la propria collocazione nel mondo, come le perfette pennellate date su di una tela.
    Consigliato a tutti coloro che in un libro cercano un accrescimento, per sapere, a lettura conclusa, qualcosa di più.
    (Tatiana Vanini)



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro della settimana

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy