Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Noir

Trama:
Una villetta abbandonata da anni, alla periferia di Milano. Due cadaveri carbonizzati, nessun indizio, nessun movente. E' questa la matassa che il commissario Luca Betti deve sbrogliare, in uno dei periodi più complicati della sua vita. La separazione dalla moglie e il difficile rapporto con la figlia fanno crollare quelle deboli certezze di poter contare su degli affetti stabili. Ma non c'è tempo per i dolori personali, risolvere l'indagine è l'unica priorità che può dare uno scopo alla sua vita e farlo sentire ancora vivo. Marco Tanzi è diventato un investigatore privato di successo. Sembra essersi lasciato alle spalle le tremende esperienze vissute negli ultimi anni, ma la realtà è ben diversa. Per sfuggire ai suoi fantasmi personali, accetta un caso che rischia di farlo ripiombare negli incubi del suo passato più oscuro. Deve rintracciare un diciottenne con problemi mentali, figlio di una coppia dell'alta borghesia milanese, fuggito per andare a vivere fra i clochard. E quando uno spietato serial killer inizia a far strage di senzatetto a colpi di rasoio, la sua indagine si trasforma in una corsa contro il tempo. Mentre sulla città incombe un cielo più nero che mai, le strade dei due amici ed ex colleghi torneranno fatalmente a incrociarsi. E si troveranno, ancora una volta, davanti a scelte dolorose destinate a segnare per sempre le loro vite.

Recensione:
"Nero a Milano" possiede un'energia particolare, un passo che coinvolge da subito, dai primi capitoli, catapultando il lettore all'interno di una trama che non lascia indifferenti.
I due protagonisti Luca Betti e Marco Tanzi non solo convincono, ma piacciono proprio. Il primo Commissario, con problemi di gestione della rabbia, un uomo buono con tanto affetto da dare e bisognoso di riceverne, incasinato, ma innamorato del suo lavoro che per lui è una missione, il secondo investigatore privato con molte vite diverse alle spalle, è un uomo d'azione, giusto, duro, forte, ma con un cuore ed un'anima capaci di schierarsi dalla parte di chi ha bisogno di aiuto. I capitoli dedicati a loro sono speciali, scritti in prima persona ci permettono di entrare nei loro pensieri, di accogliere e fare nostre le loro emozioni, conoscendoli sempre più ed imparando ad apprezzarli.
Due vicende diverse li vedono impegnati in questo noir tutto italiano che si svolge, come dice il titolo, a Milano: la scomparsa di un ragazzo e il ritrovamento di due corpi carbonizzati in una villetta abbandonata.
Spunti che l'autore usa per analizzare, presentare e far riflettere su diversi aspetti del nostro mondo marcio e distratto: i senza tetto e la pedofilia.
Le motivazioni che portano una persona a perdersi per le strade, invisibile tra gli invisibili, gli inadeguati, tra quelli che danno fastidio, sono tante e così semplici che spaventano, perché incutono l'inconscia paura di diventare come loro, di perdere il treno sempre in corsa della vita, restando soli, senza casa, affetti, soldi, esposti agli elementi e dipendenti dalla carità degli altri. Un sottobosco descritto con vividezza e una certa dolcezza di fondo.
Nessuna comprensione, nessuna scusa invece, com'è giusto che sia, per chi abusa dei bambini, rubando la gioia dagli occhi di creature innocenti che devono solo essere amate, protette e guardate ridere senza pensieri.
Due indagini che partono in un modo e si evolvono in tutt'altro, in una giostra di sorprese che incollano alle pagine, portando ad una lettura compulsiva di questo romanzo attraente, avvincente, scritto con un ritmo serrato e in modo intelligente, appropriato al contesto, alle storie, raccontate con il dovuto rispetto o con la sacrosanta rabbia.
"Nero a Milano", scava a fondo nell'animo umano, descrivendone gli slanci eroici come le bassezze, le sozzure e le bontà, incrociando e unendo Tanzi e Betti non solo come amici, ma anche come elementi imprescindibili di due casi difficili che devono essere risolti a tutti i costi, in tutti i modi.
Il cielo a Milano è spesso scuro, ma a volte è ancora più nero di quello che si può immaginare, e non solo il cielo, perché pure la giustizia è capace di ammantarsi di questo colore che tutto copre e avvolge.
Un libro imperdibile.
(Tatiana Vanini)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy