Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Sei donne e un libro
di Augusto De Angelis

  • Acquista questo libro su Amazon.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Mondadoristore.it
  • Acquista questo libro su Libraccio.it
  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it

    Casa Editrice: Libreria Covo della Ladra - 279 pagine
    Formati disponibili: cartaceo e ebook




  • Genere: Gialli

    Trama:
    Le mura domestiche possono essere un rifugio o un vero inferno. Anche questa volta toccherà al commissario De Vincenzi squarciare il velo e scoprire il mostro che si cela nel cuore della "gente per bene".
    Senatore e medico di successo, una attività ben avviata e una moglie splendida, Ugo Magni sembra avere tutto il meglio dalla vita. E quando il suo cadavere viene ritrovato riverso sul pavimento di una polverosa libreria antiquaria, nessuno sa farsene una ragione. Al commissario De Vincenzi molti indizi non tornano e accantona subito l'idea di tentato furto finito male. Ma quali segreti nasconde la vittima? Chi sono le sei donne che puntellano l'indagine di De Vincenzi? E cosa c'entra con lui un circolo di spiritisti?
    Solo un attento conoscitore dell'animo umano come Carlo De Vincenzi sembra poter dare risposta a queste domande.

    Recensione:
    "Sei donne e un libro" è il terzo romanzo di De Angelis che Il Covo della Ladra ci propone, ed è bellissimo ritrovare il commissario dei Vincenzi.
    Se avete avuto il piacere di riscoprire la produzione gialla dell'autore con "Il banchiere assassinato" e "Il candeliere a sette fiamme" sono certa che, come me, sarete impazienti di tuffarvi in nuovo caso. Se invece vi siete lasciati attirare per la prima volta da questo romanzo, niente paura, capirete tutto, ne sarete coinvolti e amerete il protagonista: un investigatore diverso, che si basa sulla psicologia delle figure che orbitano attorno all'evento delittuoso più che sulle mere prove e sugli indizi. Un uomo che vuole arrivare alla verità e non si accontenta di niente di meno: lui cerca il colpevole, non un colpevole. Prima di immergerci nei capitole di "Sei donne e un libro", veniamo accolti dalla prefazione di Andrea Ferrari, dove viene reso un ottimo servizio all'opera. Incuriosisce il lettore, lo stuzzica con accenni, ci spiega qualcosa di De Angelis, aiutandoci ad affrontare al meglio le pagine che verranno.
    Il romanzo inizia e da subito l'interesse viene calamitato da un ritrovamento strano, curioso e, alla luce dei futuri eventi, perfino sinistro.
    Il caso è ricco di elementi misteriosi e note discordanti: dal luogo dove viene ritrovato un corpo, all'identità dello stesso, passando per un oggetto trafugato, il libro del titolo, e dalle tante donne, bellissime, coinvolte a vario titolo.
    Lo dice lo stesso commissario De Vincenzi: in questa faccenda c'è tanto eros. Eppure la scrittura elegante, dal sapore dei tempi andati, ma perfettamente fruibile di Augusto De Angelis, dice senza mai bisogno di essere esplicita. Il suo fluire scorrevole ci rende la Milano che fu, ne rende tridimensionali i personaggi dimostrandoci, poco a poco, la loro mentalità, i vezzi, i caratteri e, ricordate, in questo romanzo, per arrivare alla verità, dovrete porre attenzione proprio al fattore umano.
    Non solo opera di diletto, appassionante ed evasiva, "Sei donne e un libro" offre uno spaccato della società nel 1936. Le idee quindi sono quelle di un tempo, la quotidianità era quella di allora e qui la ritroviamo vibrante, brillante nei colori e nelle azioni. Ci muoviamo un passo indietro al protagonista, lo seguiamo nelle indagini, nei suoi giri che, mai come in questa storia, paiono a vuoto, votati alla sconfitta. Anche lui ad un certo punto pare smarrirsi, finché non giunge quell'elemento che gli dà ragione, sulla sua idea, non più così campata per aria come gli pareva.
    Leggendo con attenzione è possibile, per i lettori che in un giallo vogliono mettersi alla prova come investigatori, comprendere chi è colpevole. La motivazione andrà ricercata nell'odio, nel dire basta e nella reazione sconsiderata.
    In tutto il romanzo non mancano ritmo e dinamismo, molte le sorprese. La fine è un vero crescendo di tensione che incolla alla pagine.
    "Sei donne e un libro" è una narrazione coinvolgente, che ci racconta il reale e si aggancia alle correnti di spiritismo e ai circoli che persone interessate all'argomento frequentavano. Racconta di amore, di bellezza e di tragedia. E' una lettura molto espressiva, emotiva, di grande fascino.
    "Sei donne e un libro" è un testo che meritava di essere riscoperto e riportato al pubblico: un classico che vi invito a leggere.
    (Tatiana Vanini)

    Citazioni da questo libro:
    Perché le piante rinascono ad ogni stagione, ritrovano la forza, la bellezza, la giovinezza e gli uomini no?

    Nessuna prova era certa e tutte lo erano. Nessun delinquente firma il suo delitto. Il caso lo firma per lui.

    La vita è una forza di cui la morte non è che uno stadio.

    Dello stesso autore:
    Il Candeliere a sette fiamme
    Il banchiere assassinato



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro consigliato

    Il libro consigliato

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy