Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Narrativa

Trama:
Quattro ragazzi neolaureati, prima di buttarsi a capofitto nel complicato mondo del lavoro, decidono di vivere un'avventura che li porterà lontano da casa per qualche tempo: un viaggio da Milano all'Estremo Oriente, che condurrà i giovani protagonisti a riscoprire se stessi e a mettere in discussione i loro rapporti e modelli di vita. Lavinia e Alberto sono una giovane coppia. Lei, di padre italiano e madre bosniaca rifugiata in Italia, avverte la necessità di conoscere più da vicino quei luoghi balcanici dalla quale la madre, per proteggerla, l'ha sempre tenuta lontana. Lui, proveniente invece da un'operosa famiglia brianzola, è alla ricerca di una risposta sul suo futuro, sia per quanto riguarda la carriera lavorativa che il delicato rapporto con Lavinia. Anche Alice e Massimo, i loro più cari amici, stanno insieme. Lei, molto estroversa e perennemente connessa sui social, è alla costante ricerca di quel calore familiare che i suoi genitori non hanno mai saputo darle. Lui, in apparenza tranquillo e succube della fidanzata, utilizza il viaggio non solo per arricchirsi culturalmente, ma anche per capire veramente se stesso. Il viaggio si snoda fra Bosnia, Turchia, Penisola Arabica, India e Maldive, Thailandia e Cina, fino al Giappone, meta, ma anche prova, finale. Strada facendo, i quattro, fuori dal loro ambiente e a contatto con realtà diverse e persone stimolanti, si trovano costretti ad affrontare difficoltà inaspettate e crisi sia individuali che di coppia. Le loro complesse vicende alternano, in un susseguirsi di colpi di scena, momenti allegri, meravigliosi, tristi e sorprendenti fino a culminare, alla fine del viaggio, nel dramma e nella tragedia.

Recensione:
Quattro ragazzi neolaureati e un viaggio, questa è, in pochissime parole, la descrizione del libro, ma sarebbe errato, riduttivo ed ingiusto, definire così l'opera di Drigani.
Da subito si rimane colpiti dalla scrittura, che con la sua chiarezza e fluidità, è coinvolgente, capace di esprimere la vitalità, la voglia e la fame di esperienze dei ragazzi. Partire è una decisione improvvisa, nata da un'esigenza che nemmeno si sapeva di avere, prima di averla, espressa ad alta voce.
Lavinia, Alberto, Alice e Massimo, prima di mettere tutto il loro impegno nel futuro e nei doveri "dell'esser grandi", hanno bisogno di riconnettersi col loro passato, ritrovare le radici e i ricordi, oppure solo di immergersi in culture diverse fuori dagli schemi della nota quotidianità.
L'autore è bravo a tracciare i profili dei luoghi visitati con descrizioni vivide, che incuriosiscono, scendendo anche in profondità, con cenni storici ed eventi difficili, pesanti, che fanno riflettere i protagonisti e i lettori con loro. Dalla prima tappa bosniaca vediamo come il viaggio non è una oziosa e vacua vacanza, ma un cammino che segna nell'intimo, lasciando tracce che, inevitabilmente, modificano comportamenti e modalità di connessione col reale. E' un percorso di crescita che mette in discussione i rapporti famigliari, in crisi gli amori e alla prova l'amicizia.
La cura con la quale sono creati i protagonisti permette di apprezzarne le diverse personalità, i punti di contatto tra loro, le affinità, ma anche le tante differenze che si acuiranno durante l'esperienza. Ciò che nella tranquillità di casa sembrava granitico, si mostrerà diverso: fragile ed instabile. Vedere come ognuno di loro affronterà le piccole, grandi sfide, dei giorni che si succederanno, è avvincente e, chi si accosta alla narrazione, svilupperà empatia verso uno o l'altro a seconda di ciò che andrà a leggere, paragonandolo alla propria indole ed inclinazione.
Ogni volta che i ragazzi si troveranno sul punto di intraprendere una nuova tappa del viaggio/cammino, scatteranno una foto da postare sul social con la dicitura #ColVentoInPoppa. Istantanee per condividere, per fissare le emozioni, nelle quali saranno evidenti le differenze ed i cambiamenti in atto. Momenti che giustificano il titolo, ma che si offrono ad una chiave di lettura più profonda e comunque in evidenza.
I luoghi si dimostreranno importanti, come gli incontri che inevitabilmente si alterneranno lungo il percorso. Il viaggio deciso insieme mostrerà vicissitudini che calamiteranno l'attenzione, riempiendo la trama di un ritmo intenso e suggestivo, con sorprese che spiazzeranno. Un viaggio che si trasformerà in quattro viaggi, perché i protagonisti dovranno scoprire la strada migliore per loro stessi. Impareranno tantissimo, su di loro e sul mondo, in modo allegro oppure doloroso, in compagnia o in solitudine, e quando torneranno a casa nulla sarà come all'inizio.
"#ColVentoInPoppa" è un romanzo che vi stregherà, rapendovi in un cammino dentro e fuori di voi.
(Tatiana Vanini)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro consigliato

Il libro consigliato

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy