Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Thriller

Trama:
Miami 1995. Sotto il sole della Florida viene fatto un ritrovamento quanto mai terribile e grottesco: una marionetta umana penzola da un palo in un groviglio di carne morta e filo spinato. Ciò che il tenente Roy Akerman intuisce è che qualcuno sta giocando a fare Dio, quello che scoprirà invece è che i resti umani provengono tutti da vittime differenti. New York, 2006. Nella Grande Mela stanno avvenendo misteriosi e cruenti omicidi. Sembrano tutti casi separati e si stanno accumulando sulla scrivania di Adam Strandberg, detective dai vizi cronici che sembra già arrivato al capolinea della sua carriera. Ma forse, finalmente, avrà l'occasione per riscattarsi. Le vite dei due poliziotti s'intrecceranno nella caccia al killer delle marionette - durata diciannove anni - e porteranno il lettore in questo thriller cruento e intenso che è una vera e propria folle corsa contro il tempo per fermare il mostro prima che torni a colpire.

Recensione:
Decisamente interessante la scelta di pubblicare "Sottopelle" di Matthias Graziani da parte della "LA CORTE EDITORE".
Un bel thriller dove l'attenzione e la tensione non abbandonano la lettura.
Un romanzo ricco di tutte quelle atmosfere che attraggono e non si disperdono nella mente. La scrittura di Matthias Graziani afferra, stringe e costringe il lettore a rimanere legato al libro.
"Ci vede, non è cieco, ma non osserva nulla. E' come fosse morto sottopelle [...]"
L'autore mostra capacità di utilizzare le parole e renderle perfette per creare quella suspense che un thriller, dagli aspetti cupi come un noir o un pulp, debba avere per diventare un romanzo di successo.
La conoscenza della scrittura e della tecnica narrativa servono per far inserire il lettore all'interno dell'ambiente dove si svolge la storia, è indispensabile per rendere vivibili i personaggi e legare la fantasia dello scrittore a quella di chi legge. Matthias Graziani è riuscito proprio a inserire il lettore tra le pagine del suo libro. Molto spesso romanzo e lettura sono due sfere divise, separate, che non si legano. Con "Sottopelle" l'unione avviene subito. Il legame diventa così forte che la lettura dell'intero libro si concretizza in pochissimi giorni, lasciando il desiderio di ritrovare in breve tempo la scrittura di Graziani.
La mano del serial killer emerge immediatamente. Due sfere temporali distinte sono unite e in qualche modo legate proprio da quella mano omicida. Una marionetta umana è la rappresentazione grafica del male. La corsa ha inizio e il tempo non aspetta.
La trama e il ritmo perfettamente scanditi contraddistinguono la struttura del libro, che non è lineare e schematica, portando così a una lettura intensa e travolgente. Ogni capitolo rappresenta un'immagine della storia anche grazie al linguaggio, a volte forte e crudo, ma necessario per assaporarla nel suo insieme, dando comunque la possibilità di vivere ogni singola scena.
I dettagli e le descrizioni non rallentano la lettura, ma ne danno quel giusto contorno che lascia traccia nella memoria.
Matthias Graziani, già conosciuto nell'ambito fantasy, con "Sottopelle" entra impetuosamente anche nel settore thriller, inserendosi tra le firme particolari e da ricordare.
(Barbara Galimberti)

Dello stesso autore:
Quel che resta del peccato



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy