Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Emily, cronache dal passato
di Paola Mizar Paini e Pier Emilio Castoldi

  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Mondadoristore.it

    Casa Editrice: Pubblicazione intipendente
    Formati disponibili: ebook




  • Genere: Thriller

    Trama:
    Emily ha visto la sua infanzia costellarsi di tragedie fino a chiudersi in se stessa e nel mutismo. Un unico amico: Leo. L'unico che la capisce e col quale condivide le giornate, i giochi e le inquietudini. Ancora ragazzini i due saranno testimoni di un'orribile scoperta che per Emily si sommerà alle altre. Presto le loro strade si divideranno, separando le loro vite e la loro amicizia. Il giorno dell'addio lei consegnerà all'amico una chiave. Gli anni voleranno. Davvero tanti. Voleranno via lasciando che, di quel piccolo oggetto chiuso in soffitta, Leo ne perda memoria. Sino al giorno in cui, la porta del suo piccolo negozio d'antiquariato si apre, ed una magra figura femminile ferma sulla soglia si metterà a canticchiare: "...Eravamo due cowboy... bang bang, di colpo lei... bang bang..." Con una voce che Leo non aveva mai sentito...

    Recensione:
    Un thriller paranormale appassionante, una storia coinvolgente che si legge con ardore. "Emily, cronache dal passato" ci conduce per mano in una trama pregna di tragedie, dove il male si annida all'ombra della morte, dove il tempo passa, ma non cancella la memoria, sopratutto quella di eventi nefasti.
    Gli autori sono riusciti a mescolare con sapienza ed unire le loro scritture, dando vita ad una trama articolata, con sorprese anche sconvolgenti. Il linguaggio appare immediato, chiaro, con alcune frasi che brillano come perle per il messaggio trasmesso e la bellezza con le quali sono rese.
    Raccontato a capitoli alternati tra i due protagonisti, Leo e la stessa Emily che titola l'opera, offre al lettore uno sguardo a tutto tondo sull'intera vicenda, facendone ricavare un quadro esaustivo a tinte nere.
    Molto gotico, con discese nell'horror che ne aumentano l'intrigo senza creare difficoltà di accoglienza, questo libro emoziona, e trattiene il pensiero. Posandolo sul comodino in attesa di riprendere la lettura, la mente viene richiamata alle pagine, al mistero da svelare, alla verità da comprendere. Un sussurro dei capitoli che non si vede l'ora di leggere, ancora ed ancora, per saziare la curiosità.
    Splendidi e diversi i protagonisti, sono figure delineate con profondità e spessore, accompagnati nella storia da personaggi secondari altrettanto centrati ed esaustivi.
    Emily, dall'infanzia silenziosa, caratterizzata da quelle parole che si infrangono sulla lingua senza superare la barriera delle labbra, vittima dei bulli ai quali, gracile e minuta, non ha la forza di opporsi, sopportando con sguardo basso. Leo, ragazzino vivace, amico leale, con il desiderio di ritrovarsi, in futuro, scrittore. Sono ragazzini quelli che conosciamo all'inizio, mentre la trama ci parla di tragedie, promettendo un'oscurità futura che striscia tra le righe, rimandandoci ad un futuro di scontri e rivelazioni. Passano molti anni, i due si sono persi e con sorpresa che sa di destino e di ora scoccata si ritrovano, adulti. E' il momento di tornare alle origini, di guardare in faccia il male, di stanarlo dal suo nascondiglio e consegnarlo alla pace. Gli anni hanno mutato Emily, trasformandola in una donna complicata, ma forte; sensibile alle influenze che sostano dietro il velo e caparbia. Leo è il realismo, l'ancora solida alla verità che si tocca e si prova, scettico. Una coppia che pare male assortita, che deve ritrovare la complicità dei giochi infantili, imparare di nuovo a camminare insieme verso un obbiettivo comune.
    Un viaggio, il loro, nella fiducia, per accogliere l'insondabile, l'incredibile e dirimere torti che da troppo attendono.
    L'intero palco letterario si svolge in un'atmosfera cupa, umida, di pioggia e temporali, a metafora dell'oscurità del male che trova sfogo anche negli elementi naturali. Un cappa soffocante che anela alla limpidezza del cielo sereno, al caldo e rassicurante abbraccio del sole, alla luminosità della verità.
    Morti, sparizioni, presenze effimere apparentemente minacciose che sono benigne e figure tangibili quanto pericolose. Il male ci cammina a fianco, manifesto, dietro maschere rispettabili, esattamente come i luoghi più sonnacchiosi possono nascondere nella quiete pozzi neri di turpitudini.
    Sorprese e rivelazioni danno un ottimo ritmo narrativo, mentre la tensione sale e uno scontro si rende inevitabile.
    "Emily, cronache dal passato" non manca di regalarci un finale che lascia di stucco, dolce amaro, perfettamente in linea con la storia, rivelandoci ogni cosa, mettendo al proprio posto ogni tassello e quesito sospeso.
    Un romanzo che si ama, una storia che si vive per una coppia di autori che, se l'unione fa la forza, leggeremo ancora con molto piacere!
    (Tatiana Vanini)

    Citazioni da questo libro:
    Nelle piccole comunità la pace e la serenità sono l'obbiettivo, e l'indifferenza lo strumento per guadagnarsele.

    Viviamo una vita in prestito senza pensare come il destino possa risolvere tutto all'improvviso togliendoci dal tempo e dalla storia.

    Il male non è sempre così distante come lo crediamo, spesso alberga dentro di noi nascosto nei meandri più reconditi.

    Della stessa autrice:
    La casa delle ombre
    Angeli innocenti



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro consigliato

    Il libro consigliato

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy