Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


La collina dei delitti
di Roberto Carboni

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Mondadoristore.it
  • Acquista questo libro su Libraccio.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Newton Compton Editori - 480 pagine
    Formati disponibili: cartaceo e ebook




  • Genere: Thriller

    Trama:
    Sulle colline di Montebudello, tra Bologna e Modena, durante uno scavo una ruspa porta alla luce un cadavere seppellito da oltre dieci anni. E' una sera gelida, c'è il pericolo che la pioggia battente si trasformi in tormenta di neve. Un inferno per i tecnici della Scientifica. Giornalisti e curiosi si accalcano intorno alla zona del ritrovamento: ben presto l'attenzione di tutto il Paese si concentra su quel macabro mistero. L'architetto Gabriele Moretti sta guardando il servizio alla televisione. Ha trentasei anni, una bella famiglia a cui è molto legato e la sua carriera è decollata. Eppure, dopo aver visto quel servizio di cronaca, il suo umore cambia improvvisamente e le sue notti si popolano di incubi, invasi da luoghi oscuri, presenze spettrali e cadaveri resuscitati. Agli incubi si aggiungono emicranie, allucinazioni e la sensazione di essere seguito. Come se non bastasse trova biglietti anonimi lasciati in ascensore, e persino la moglie e i suoceri sembrano mutare atteggiamento nei suoi confronti. Che cosa è accaduto davvero dieci anni fa su quelle colline? Gabriele ancora non lo sa, ma c'è una verità oscura che sta per tornare alla luce: altri efferati omicidi stanno per essere commessi.

    Recensione:
    Un thriller coinvolgente, dal passo quasi ipnotico. "La collina dei delitti" conferma la maestria di Carboni nel creare trame complesse, pregne di atmosfere cupe e pericolose che si percepiscono chiaramente. L'autore corteggia l'horror, lo accarezza e tiene ben teso il filo della tensione.
    In questo romanzo dalle influenze esoteriche, veniamo introdotti nel mondo elitario delle sette magiche, negromantiche. Affascinante rendersi conto di come questi riti, che in alcune nazioni sono vere e proprie religioni appannaggio del popolo, in Europa, e in Italia in questo caso, la trama le mette a disposizione della classe agiata. La ricchezza e il potere conferiscono impunità e protezione. L'avidità da una parte e il tentativo di superare una noia ammorbante dall'altra, lascia che esseri spregiudicati e consapevoli, si approfittino e rendano complici giovani sprovveduti e viziati.
    La cura nella creazione dei personaggi fa sì che si sentano vicini, permettendo al lettore di conoscerli intimamente. "La collina dei delitti" offre il punto di vista privilegiato di due precisi protagonisti, coinvolti più o meno direttamente nella vicenda, che prende slancio dal ritrovamento di un cadavere. Silvia e Gabriele sono diversi fra loro, uniti però nelle conseguenze. I personaggi ci si offrono totalmente eppure con Silvia non entriamo in empatia, ciò che le accade ci dà quasi un senso di maligna soddisfazione: sta avendo quello che merita. Con Gabriele invece parteggiamo di più. Sarà per il suo carattere, per la voglia di sapere, per la paura delle risposte che può trovare, c'è coinvolgimento.
    Quando nella storia entra l'indagine di polizia, nella persona di un commissario capace e particolare, la dinamica della lettura si gonfia in un tondo perfetto da thriller.
    Il male è incistato nella nostra società come un tumore: silente, invisibile, lavora tenendo un basso profilo. Quando alla fine si rivela siamo già di fronte a una catastrofe alla quale è difficile porre rimedio, se non con un intervento deciso e radicale.
    I personaggi di questo romanzo indossano maschere perbeniste, scintillanti, importanti. Hanno tanto da perdere se la verità dovesse venire a galla. Eppure qualcuno la cerca, mentre altri continuano nei loro comportamenti aberranti e spregiudicati.
    Il finale è suspense pura, mentre i colpevoli si rivelano e il gioco tra la vita e la morte si fa più serrato.
    Nessun innocente ne "La collina dei delitti", ma qualcuno che, agendo nell'ombra, è felicemente vittima dei propri impulsi.
    Imperdibile Carboni!
    (Tatiana Vanini)

    Citazioni da questo libro:
    Le ombre si compenetrano e coesistono senza mai ostacolarsi l'una con l'altra.

    Le cose terrene non permangono, mentre le conseguenze restano.

    Dello stesso autore:
    Il giallo di Villa Nebbia
    Bologna, destinazione notte
    L'ammiratore



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro consigliato

    Il libro consigliato

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy