Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Thriller

Trama:
La notizia è di quelle che richiedono un brindisi speciale. Su una terrazza incastonata nel Supramonte, in uno degli hotel più incantevoli della Sardegna, il vicequestore Vito Strega sta festeggiando la nascita della nuova unità investigativa sui crimini seriali. Con lui ci sono le inseparabili ispettrici Eva Croce e Mara Rais. Finalmente tutto sembra andare per il verso giusto. Ma una telefonata li riporta alla realtà e i tre devono salutare il cielo terso e il sole dell'isola. Nelle terre paludose del Parco del Ticino è stato ritrovato il corpo di una ragazza. Quando l'ispettrice Clara Pontecorvo arriva sul posto, stenta a credere ai propri occhi: la vittima ha le mani legate dietro la schiena e indossa una maschera bovina. Mancava solo questo per Clara, che ha già un grosso problema: è alta 1,98, non trova mai dei vestiti adatti a lei. Tantomeno un uomo. L'istinto le dice che quella scena del crimine potrebbe essere la riproduzione di un altro delitto avvenuto anni prima in Sardegna. E nessuno, meglio di Strega, Rais e Croce, conosce quel caso, che aleggia ancora nelle loro vite come un'ossessione. Ora a piede libero c'è un emulatore, che vuole i riflettori puntati su di sé... I poliziotti dovranno essere più uniti che mai, e Vito Strega, per la prima volta così vulnerabile, si troverà a fare i conti con il proprio passato. Piergiorgio Pulixi, in un romanzo dal passo ritmato di danza, si addentra nei meandri oscuri dell'umano e interroga l'essenza più intima di una terra impenetrabile. Dall'inizio alla fine, una domanda, come un tarlo, accompagna Strega e noi lettori: sono i poliziotti a dare la caccia al killer o è lui a dare la caccia a loro?

Recensione:
Pulixi riporta ai lettori la sua amata, impareggiabili, brillante e bizzarra squadra investigativa: Strega, Croce, Rais e Pavan.
"La settima luna" è un thriller intenso, coinvolgente, una lettura che non si riesce ad abbandonare, appassionante.
La scrittura di Pulixi si fonda su descrizioni puntuali e chiare, personaggi indimenticabili coi quali si costruisce un rapporto emotivo, dialoghi brillanti, centrati, mai una parola di troppo o mancante, a volte con quell'ironia che serve a spezzare la tensione e fare squadra. La trama accattivante risulta dinamica, ricca di sorprese in un bilico tra domande, tante, e certezze che emergono a poco a poco, che è perfetta narrazione di un'indagine letteraria sì, ma anche possibile.
"La settima luna" è un'opera che per rimandi, riprese e riferimenti, è legata ai capitoli precedenti della serie: "L'isola delle anime" in primis e "Un colpo al cuore". Non posso assicurare che la lettura di questo libro da solo, senza avere conoscenza di cosa è accaduto in quelli precedenti, renda il fluire della storia assimilabile in toto. Certi rapporti e dinamiche dei personaggi non si comprenderebbero, alcuni dubbi rimarrebbero senza fondamento; si sentirebbe la mancanza di elementi sicuramente importanti.
Per chi invece segue l'autore dall'inizio dell'avventura, il thriller sarà un ritorno, un immersivo far parte della squadra investigativa.
I personaggi storici si rivelano ancora una volta di spessore, tridimensionali, carismatici; accanto a loro nuove figure daranno innovazione e non mancheranno di mostrare il loro personale fascino. Pontecorvo sarà una bella scoperta: una donna che combatte da una vita contro il suo fisico, che smussa le difficoltà scherzandoci un po' su e dimostrando che in lei c'è tanto, di intuito, competenza, intelligenza e sentimenti.
Un omicidio rituale riporta l'attenzione dei media su Garlasco; una sfida lanciata agli inquirenti e soprattutto al neonato SIS di Strega, che viene tirato in causa direttamente coi compagni/sottoposti. Pulixi indaga la mente criminale, raccontando i due livelli del delitto: attraverso la mano armata e un burattinaio celato nell'ombra, ancora più inquietante proprio perché non manifesto. Potrebbe essere chiunque e i sospetti spaziano a 360°, senza tralasciare nessuna pista, senza favoritismi né timori diplomatici. Accanto a una disanima delle motivazioni dietro il delitto, alla psicologia delle parti in causa, assorbiamo anche la vita della provincia, il tessuto sociale, dove si infiltrano delinquenza piccola e organizzata, dietro a facciate rispettabili. Il bisogno di soldi, porta a scelte disgraziate, a barattare una vita tranquilla con una piena di preoccupazioni.
Tante sorprese, rivelazioni, fanno volare le pagine, rendendo "La settima luna" sempre interessante e sfaccettato.
Un finale a sorpresa mostra la ferrea volontà della squadra investigativa di giungere a giustizia, non solo a verità.
Un thriller da leggere!
(Tatiana Vanini)

Dello stesso autore:
Il mistero dei bambini d'ombra
Un colpo al cuore
L'isola delle anime



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro consigliato

Il libro consigliato

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy