Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Thriller

Trama:
"Occhio per occhio, dente per dente" è la regola del serial killer che ha deciso di riparare i torti del sistema giudiziario. Dove non arrivano le giurie, arriva lui, rapendo, torturando ed eliminando i criminali che l'hanno fatta franca. Indossa una maschera dai tratti demoniaci, e si fa annunciare ogni volta da un video intitolato "La Legge sei tu" in cui chiede alla gente di pronunciarsi in giudizio tramite votazioni anonime e irrintracciabili. A colpi di clic il richiamo alla giustizia sommaria diventa virale. Vendicatore spietato come il conte di Montecristo, villain incendiario al pari del Joker che sollevò Gotham City, il Giustiziere gioca la sua partita mortale. L'indagine sul caso che sta scuotendo l'Italia è affidata al vicequestore Vito Strega, esperto di psicologia e filosofia, tormentato criminologo dall'intuito infallibile, avvezzo alla seduzione del Male. Lo affiancano le ispettrici Mara Rais ed Eva Croce. Diverse come il giorno e la notte, le due formano una coppia d'eccezione: i modi bruschi e l'impulsività di Mara sono compensati dall'acutezza e dal riserbo sfuggente di Eva. Tra la Sardegna e Milano, i tre poliziotti dovranno mettere in gioco tutto per affrontare un imprendibile nemico dai mille volti e misurarsi ciascuno con i fantasmi del proprio passato.

Recensione:
Piergiorgio Pulixi e il suo scritto incatenano alla trama dalla prima pagina. "Un colpo al cuore" è potente, un thriller avvincente che costringe il lettore a fare una scelta, a divenire parte attiva della storia, scatenando emozioni e sensazioni.
Da subito la scrittura dell'autore colpisce, per la sua fluidità, per il suo canto di sirena che da un lato fa sentire a casa, soddisfatti delle parole che scorrono, dall'altro, la voglia di sapere, entrando sempre più nella vicenda, si fa più pressante, viscerale.
Il romanzo prende vita, diviene un essere che respira ed infiamma le coscienze, perché sbatte in faccia un tema importante, sentito e scottante: la giustizia e la sua amministrazione che troppo spesso appare arbitraria, incomprensibile, incoerente. In Italia succede che si facciano i processi alla vittima e si tutelino i colpevoli. E se qualcuno decidesse di fare guerra al sistema? Siamo sempre più connessi; cosa accadrebbe se attraverso la viralità della rete fosse dato al popolo il potere di essere giuria e giustiziere? Il fuoco divampa con queste fondamenta e il thriller cavalca le fiamme come un cavaliere apocalittico, conducendoci in un'esperienza letteraria profonda quanto coinvolgente.
Grande risalto e importanza nel romanzo hanno i personaggi, che sentiamo vicini, veri, provando nei loro confronti empatia e solidarietà, oppure fastidio e diffidenza. Resi a tutto tondo, danno alla storia spessore ed umanità. La triade formata da Rais, Croce e Strega è meravigliosa. E' come averli accanto perché sono forti e incredibilmente fragili, carismatici, pieni di difetti bilanciati dai pregi. Sono intelligenti ed intuitivi, lavorano sodo, credono in quello che fanno, ma non sono perfetti, tutt'altro, e sono coscienti delle falle attraverso cui la giustizia si muove, eppure cercano sempre di fare il meglio. Sostenuti da amici/collaboratori alla loro altezza, unici ed imperdibili, descritti con i vezzi, le manie e caratteristiche uniche, formano un corpo di attori ai quali ci si sente legati.
Agire di pancia, sull'onda del sentimento scatenato può apparire come l'unica scelta possibile. Ma senza ragione, privi di compassione, cosa siamo? In cosa ci trasformiamo? Servono dei limiti, serve la lucidità ed il pensiero critico. Pulixi è in grado di farci partire in quinta e di chiederci, al contempo, di riflettere.
"Un colpo al cuore" è un thriller che colpisce all'anima. Il disegno dell'assassino sembra chiaro, ma sotto la superficie si nasconde un abisso. Colpi di scena, azione, intuito ed esperienza. C'è tanto nel romanzo e con una squadra investigativa variegata, improbabile quanto giusta, quest'opera si può solo amare.
Incastonato nel mondo di oggi, con i crimini che sono spettacolo in prima serata, dove tutti sono esperti, "Un colpo al cuore" rappresenta denuncia e monito. Apre una finestra sul possibile e quello che ne consegue non è bello.
Amaro è concludere che la giustizia non è di questo mondo. Troppe interferenze, avidità, aridità, interesse, per essere davvero sopra le parti.
Mentre Strega, Rais e Croce danno volto e sostanza ad un disegno diabolico, noi siamo invitati a scegliere tra legge e vendetta. Il finale è promessa di nuovi casi, nei quali troveremo i personaggi che più ci sono entrati nel cuore, e di suspense perché la lotta con il male non finisce, soprattutto se non si riesce a dire con certezza assoluta chi sia il criminale.
"Un colpo al cuore", tra gli scenari meravigliosi della Sardegna e i palazzi di Milano, una volta cominciato non riuscirete a smettere di leggere.
Consigliato!
(Tatiana Vanini)

Citazioni da questo libro:
Chi detiene il potere, detiene anche la giustizia.

Si sbaglia sempre per troppo amore.

Dello stesso autore:
L'isola delle anime



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro consigliato

Il libro consigliato

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy