Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.





Genere: Thriller

Trama:
La testa di Francisco Goya venne rubata dalla tomba in seguito alla sua morte. Nessuno ha mai saputo cosa le fosse successo. Fino a ora. Quando Leon Golding entra in possesso del cranio perduto del più famoso pittore spagnolo, è euforico. Ha dedicato la sua vita a risolvere il significato delle ombre nei dipinti di Goya. Finalmente la sua pazienza sarà premiata e il mondo dell'arte lo riconoscerà come uno tra gli studiosi più influenti del grande artista. Il fratello di Leon, Ben, un chirurgo plastico del Whitechapel Hospital di Londra, teme invece che stia per avere un'altra delle sue crisi o che non prenda regolarmente le sue medicine. Pur di vedere riconosciuta la sua straordinaria scoperta, Leon si è rivolto ad alcuni dei critici d'arte più famosi al mondo. E proprio a causa del suo entusiasmo per l'autenticazione del cranio, la notizia è trapelata e ha attirato parecchia attenzione. Quello che Leon e suo fratello Ben non sanno è che qualcuno è disposto a tutto pur di mettere le mani sul reperto più prezioso mai venuto alla luce di tutta la storia dell'arte.

Recensione:
Dopo "Cospirazione Caravaggio", Alex Connor torna al pubblico con un nuovo intenso thriller incentrato sulla figura di un artista: Francisco Goya, il grande, controverso, enigmatico, pittore spagnolo.
La sapiente scrittura dell'autrice ci trascina in una trama ricca di suspense che mescola mistero, crimini e una caccia al tesoro. Le parole scorrono corpose, ricche, trasmettendo al lettore l'ossessione e la follia che poco a poco contamina i personaggi.
Muovendosi tra Madrid, Londra e New York, questa storia pregna di ritmo e significati nascosti, ci trasporta nell'enigma delle Pitture Nere. Cosa spinse Goya a dipingere quei quadri così conturbanti e disturbanti? Ha forse occultato un messaggio preciso, per i posteri, che ancora nessuno è riuscito a comprendere? Era folle, malato, forse contaminato da un veleno che ne ha compromesso le facoltà, prima di condurlo alla morte? E il suo teschio scomparso è davvero maledetto?
Quest'ultima domanda crea le fondamenta dell'impianto letterario di questo romanzo. Una caccia serrata per accaparrarsi una reliquia celebre, capace di donare al suo possessore fama e celebrità, peccato che chiunque entri in contatto con l'agognato cranio cada vittima di una brama intensa che sa di distruzione. Da Leon Golding, affermato storico dell'arte che trascina la sua esistenza in bilico sul baratro di un malattia mentale, a suo fratello Ben, chirurgo stimato, noto per la sua fermezza, la sua solidità, un uomo sul quale si può sempre contare, fino ai personaggi negativi, antagonisti, avvezzi a dominare nel sottobosco criminale, la scrittrice ci trasporta in un vortice di eventi che fa vacillare le menti, infrangere le certezze, abbandonare ogni buon senso per dei comportamenti privi di logica, perfino sospetti.
Vediamo mutare i caratteri dei personaggi, emergere sempre più zone d'ombra con lo stringersi delle connessioni tra loro e il teschio, tra un artista morto da secoli e le sue pitture giunte fino a noi con il loro carico simbolico occulto.
L'avidità che stritola con le sue catene per il possesso di un gruppo di ossa, il pensiero fisso, martellante di giungere per primi a svelare un enigma, il desiderio intenso di rendere giustizia a chi è stato ucciso senza aiuti, perfino mentendo alle autorità, costringendo la polizia a lavorare alla cieca, grida con forza il filo conduttore dell'intero thriller: l'ossessione.
"Goya Enigma", un titolo perfetto per un thriller incalzante.
(Tatiana Vanini)



POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





Il libro della settimana

Iscriviti alla Newsletter...

newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

Iscriviti qui!

Cerchi un libro?

Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



Norme sulla privacy