Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Billy Summers
di Stephen King
Traduzione a cura di: Luca Briasco

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Mondadoristore.it
  • Acquista questo libro su Libraccio.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: Sperling & Kupfer - 545 pagine
    Formati disponibili: cartaceo e ebook




  • Genere: Noir

    Trama:
    Billy Summers è un sicario, il migliore sulla piazza, ma ha una sua etica: accetta l'incarico solo se il bersaglio è un uomo davvero spregevole. Ora ha deciso di uscire dal giro, ma prima deve portare a termine un'ultima missione. Veterano decorato della guerra in Iraq, Billy è tra i più abili cecchini al mondo: non ha mai sbagliato un colpo, non si è mai fatto beccare - una specie di Houdini quanto si tratta di svanire nel nulla a lavoro compiuto. Cosa potrebbe andare storto? Stavolta, praticamente tutto.

    Recensione:
    Che strano libro "Billy Summers", riesce ad essere riflessivo ed intimo pur nell'azione. Un'opera che è fatta di attesa, di pianificazione, e poi di momenti di tensione. "Billy Summers" è un noir che parla di uomini, cattivi e meno cattivi, con un codice morale o senza, di antieroi e non eroi, di cose giuste, ingiuste e di altre sbagliate.
    Con questo libro si resta in un posto e poi si parte, pronti via sulla strada, si vive nel presente e nel passato, si resta nella realtà e ci si affaccia sulla possibilità di crearla la realtà, e con essa mondi interi, con il potere incredibile che dona la scrittura.
    Stephen King con questo romanzo è riconoscibile, perché la sua narrazione incolla alle pagine e trasporta nella dimensione della trama in modo totalizzante, ritroviamo anche riferimenti ad altri precedenti romanzi; al contempo è nuovo, diverso, leggiamo lo scrittore che racconta il processo creativo e la magia che esso comporta, la porta che si spalanca, l'abbandono dell'ora per finire ovunque le parole conducano, in un processo che comincia dentro prima di riversarsi sulla pagina.
    Il romanzo ci avvicina profondamente al protagonista, Billy. Con lui viviamo, dormiamo, lo vediamo muoversi nel suo presente dove è un killer e scopriamo come è arrivato a questo. Impossibile non affezionarsi a Billy, stare bene in sua compagnia, preoccuparsi per la sua sorte, dagli ragione su certe idee, suggerirgli di ripensare su altre. Entra dentro, questo personaggio, che è tragico, intenso, tridimensionale, indimenticabile. Accanto a lui altre figure, alcune con il loro scopo, necessarie ma marginali, altre più incisive, decisive, affascinanti.
    "Billy Summers" ci permette di vivere un'avventura fuori dalle regole della legalità, eppure, su quella stessa legalità, di riflettere. Ci muoviamo nelle zone grigie, ma restiamo sotto i cieli luminosi, in compagnia oppure in solitudine, veniamo immersi nella vita seguendo un protagonista che dispensa morte, ma solo alle persone cattive. Di conseguenza finiamo ad interrogarci su cosa definisca una persona cattiva, oppure buona, se esiste la bontà o solo una diversa forma di cattiveria, vari livelli di colpa, diversi strati di consapevolezza.
    Se vi aspettate un horror, scordatevelo. Lo avevamo compreso nelle opere degli ultimi anni dell'autore: King pian piano è cambiato. Resta un fantastico canta storie, ma scopriamo una sensibilità sempre più acuta, una dolcezza nostalgica, una sensazione che pulsa attraverso le emozioni tutte, non solo attraverso quelle che fanno paura. E' la vita che viene descritta, quella dura, che non fa sconti, che lascia vinti e vincitori momentanei, dove è facile perdersi, ma si può anche rinascere.
    "Billy Summers" ha tanti sapori tra i suoi capitoli. Possiamo anche definirlo un romanzo di formazione, di maturazione, dove svilupperemo un forte senso empatico per i personaggi centrali.
    Comincia in un modo, ha un'evoluzione inaspettata tipica di quei capovolgimenti che solo la vita vera è capace di inventare, e alla fine... alla fine lo scoprirete voi, leggendo, entrando in una storia che sentirete vostra, vivendola.
    "Billy Summers" è il titolo dell'ultimo romanzo di King: essenziale, unico, dice tutto quello che deve essere detto. E' la storia di un uomo chiamato Billy Summers.
    (Tatiana Vanini)

    Citazioni da questo libro:
    La speranza può farti volare ma anche distruggerti.

    Tutto può accadere, a chiunque. Bisogna soltanto giocarsi le proprie carte e sperare per il meglio.

    Esiste un solo sorriso vero, ed è quando ti si vedono i denti.

    Quando fai del male a qualcuno ti resta una cicatrice. E la cicatrice è nella tua mente. Nel tuo spirito. E' giusto che sia così, perché fare del male a qualcuno, uccidere qualcuno, non è una cosa di poco conto.

    I soldi di cui è impossibile spiegare la provenienza sono una botola che ti si può aprire sotto i piedi.

    Dello stesso autore:
    Later
    L'istituto
    Se scorre il sangue
    The outsider
    Revival
    Insomnia
    Cell
    Il gioco di Gerald



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro consigliato

    Il libro consigliato

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy