Logo Libri e Recensioni

Iscriviti alla Newsletter per ricevere GRATIS i nostri aggiornamenti.


Anastasia, di nuovo!
di Lois Lowry
Traduzione a cura di: Enrico Santachiara

  • Acquista questo libro su laFeltrinelli.it
  • Acquista questo libro su Ibs.it
  • Acquista questo libro su Mondadoristore.it
  • Acquista questo libro su Libraccio.it
  • Acquista questo libro su Amazon.it

    Casa Editrice: 21lettere - 160 pagine
    Formati disponibili: cartaceo




  • Genere: Per ragazzi

    Trama:
    Spilungona, vivace e impertinente, Anastasia Krupnik è convinta che l'imminente trasloco sarà l'inizio della fine. Come farà a farsi nuovi amici? Ma ormai ha dodici anni e non si tira di certo indietro di fronte a nuove avventure.
    Età di lettura: da 12 anni.

    Recensione:
    "Anastasia, di nuovo!" è un libro speciale. Per i lettori dai 10 anni, è brillante, ironico, leggero e al contempo riflessivo. Regala una lettura dinamica che si ama, capace di avvincere i ragazzi, che nella protagonista si potranno riconoscere, ed entusiasmare gli adulti che, in quest'opera leggera e gaia, potranno ritornare alle loro emozioni vulcaniche ed altalenanti della preadolescenza.
    Nell'introduzione, Lois Lowry ci parla di Anastasia, del perché abbia scelto di scrivere narrativa per ragazzi e ci dà anche qualche informazione sul titolo dell'opera. C'è "di nuovo" vicino ad Anastasia, perché non è il primo libro della serie, ma esiste un secondo motivo, simpatico e delizioso, che scoprirete avanzando nei capitoli.
    L'autrice ci spiega come, da adulta, si ricordi i sentimenti che provava da dodicenne e, difatti, conoscendo Anastasia e seguendo i suoi pensieri, come le paure e le insicurezze, l'affermazione della Lowry ci appare vera in tutto e per tutto. Innegabilmente c'è da aggiungere che, da donna di esperienza, rende benissimo anche le figure dei grandi, dei genitori e non solo, che orbitano intorno al personaggio principale.
    Gli attori di questo romanzo, che si possono ben presto definire amici, sono sinceri, genuini, comprensibili e amabili da subito. Anastasia fa parte di un bellissimo nucleo famigliare, eccentrico, imperfetto, fantastico. Un fratellino geniale, che parla come Einstein, ma monello come un bimbo qualunque; un padre distratto, bizzarro, ma amorevole; una madre creativa, presente, capace di ascoltare, di arrabbiarsi, con la quale si può discutere e in fondo non trovarla affatto male. "Anastasia, di nuovo!" si legge d'un fiato, entrando in una dimensione piacevole di divertimento e scoperta. I ragazzi, tramite le sue parole, si confronteranno con i cambiamenti che la vita mette di fronte inevitabilmente, con la paura di affrontare nuove sfide, come lasciare la casa e la città di sempre, per un posto nuovo. C'è diffidenza verso il cambiamento, supposizioni errate nate da stereotipi, dall'antipatia che suscita il vedere spezzata una routine consolidata e confortante. Sotto un atteggiamento di fuga e negazione si cela il timore di non riuscire a farsi nuovi amici, di non piacere, di non trovarsi bene. E' profondamente psicologico questo romanzo nei temi affrontati, ma così scorrevole e attentamente costruito che tutto fruisce senza ansie, guidato da un sorriso. Anastasia, nelle pagine apprende molto sulle persone, e noi, con lei, possiamo imparare o riscoprire il medesimo concetto, a seconda dell'età che abbiamo. C'è un bel raffronto sui dilemmi di una ragazzina e quelli di un'anziana signora sola, che ha deciso di limitarsi a sopravvivere, piuttosto che di vivere. Un monito profondo a non giudicare a priori niente e nessuno, aleggia nell'intera opera, mostrando la bellezza dell'apertura verso il prossimo e quanto le cose possano andare meglio se solo abbiamo un po' di coraggio.
    Una lettura piena di ritmo, di sorprese, di piccoli ed esilaranti equivoci, dove si giunge alla fine con tristezza: già l'ultimo punto? È ingiusto! Ne vogliamo ancora. E infatti l'autrice è stata esortata a scrivere altri romanzi che noi aspettiamo, portati in italiano con la maestria e scorrevolezza che Enrico Santachiara ha messo in questa traduzione. Una serie iniziata negli anni Settanta che si rivela attuale, centrata e perfetta ancora oggi.
    "Anastasia, di nuovo!", ideale per i ragazzi, meraviglioso per chi continua ad essere giovane e a lasciarsi guidare ed affascinare dai libri, definiti, formativi.
    Consigliato!
    (Tatiana Vanini)

    Citazioni da questo libro:
    Forse gli anziani e i bambini molto piccoli erano gli unici che dicessero esattamente quello che pensavano. Gli uni, perché non avevano ancora imparato a preoccuparsi dei pensieri altrui. Gli altri, invece, perché non se ne preoccupavano più.

    Come puoi conoscere il futuro, quando ogni cosa cambia continuamente?

    Della stessa autrice:
    Un'estate da morire



    POTREBBE INTERESSARTI ANCHE





    Il libro consigliato

    Il libro consigliato

    Iscriviti alla Newsletter...

    newsletter ...per ricevere ogni settimana le ultime novità dal nostro sito.

    Iscriviti qui!

    Cerchi un libro?

    Inserisci il titolo, parte del titolo o il nome dell'autore:



    Norme sulla privacy